rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Morto in gita, il legale dei genitori di Domenico Maurantonio: "Sei presunti responsabili"

Il legale Eraldo Stefani, nell'instanza di opposizione all'archiviazione del caso sollecitata dai pm, fa i nomi di sei ragazzi, secondo lui coinvolti nella tragica morte del giovane padovano

Era il 10 maggio del 2015, quando Domenico Maurantonio, studente 19enne del liceo Nievo di Padova, morì in circostanze misteriose, precipitando dal quinto piano dell'hotel Da Vinci di Milano, dove si trovava, assieme ai compagni, in gita scolastica per visitare l'Expo. La procura di Milano - secondo la quale la caduta del ragazzo fu un tragico "incidente" - aveva chiesto l'archiviazione dell'inchiesta per omicidio colposo a carico di ignoti; la pensa diversamente, invece, il legale dei genitori di Domenico, Eraldo Stefani, che, nella sua istanza di opposizione all'archiviazione del caso, ha indicato sei ragazzi come presunti responsabili della morte del giovane.

UNA MORTE ANCORA SENZA UN PERCHÈ: Tutti gli articoli

"SEI PRESUNTI RESPONSABILI". È quanto emerso dall'udienza a porte chiuse davanti al gip di Milano Paolo Guidi. Se, infatti, per i pubblici ministeri Alberto Nobili e Giancarla Serafini, Maurantonio era da solo al momento della caduta, provocata forse da un capogiro, per l'avvocato dei genitori del ragazzo, le circostanze della morte furono altre: il legale avrebbe chiesto la comparazione di un profilo genetico trovato sulla mano del 19enne che, secondo il difensore, fu tenuto sospeso fuori dalla testa per le gambe prima di precipitare. Sarà il giudice a decidere se accogliere la richiesta di archiviazione della Procura, disporre nuove indagini o un'imputazione coatta. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto in gita, il legale dei genitori di Domenico Maurantonio: "Sei presunti responsabili"

PadovaOggi è in caricamento