Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Maria Giachi torna in classe, Donazzan: «Scandaloso il suo impiego tra i banchi»

L'assessore regionale contesta la professoressa che era stata indagata per aver sputato contro i poliziotti durante una manifestazione di piazza in centro a Padova

«A tre settimane dall’inizio della scuola abbiamo ancora troppe cattedre scoperte, sopratutto nel sostegno: una di queste, che sarebbe meglio rimanesse vuota, verrà molto probabilmente assegnata a Maria Giachi», ha affermato Elena Donazzan, Assessore Regionale all’Istruzione del Veneto.

Indignazione

«Sarebbe il caso che, oltre a chiedere il titolo di studio, si pretendesse dagli insegnanti decoro e nessun procedimento a carico, soprattutto se legato a reati di resistenza e offesa a pubblico ufficiale, come appunto in questo caso- continua Donazzan - sono indignata dall’aver saputo che questa signora, che pare abbia diverse denunce a suo carico tutte per lo stesso comportamento aggressivo e offensivo delle forze dell’ordine, potrebbe tornare ad insegnare. Trovo scandaloso che la scuola, che pretende rispetto ed educazione dai propri studenti, non abbia la forza di fare altrettanto con i docenti. Ho chiesto di scongiurare questo fatto che ritengo grave, ed ho ricevuto come risposta che si attende una sentenza da parte della magistratura: serve forse una condanna definitiva per avviare un procedimento disciplinare? Io mi attendo che magistratura e scuola facciano il proprio dovere e con celerità, per evitare che un altro ‘cattivo maestro’ possa distruggere con l’esempio il lavoro faticoso di buoni maestri, delle famiglie e delle istituzioni, nell’insegnare che la prima regola della convivenza è il rispetto delle leggi, oltre a quello reciproco», ha concluso l’Assessore Regionale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maria Giachi torna in classe, Donazzan: «Scandaloso il suo impiego tra i banchi»

PadovaOggi è in caricamento