menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Donna incinta pestata a sangue e derubata: il suo ex arrestato dai carabinieri

L'uomo, di origine marocchina, non si era arreso alla fine della relazione con la donna e voleva convincerla con la forza a tornare insieme. E' stato individuato subito dopo l'aggressione

Paura lunedì pomeriggio quando un cittadino di passaggio in via Bembo, a Padova, al distributore Q8, ha trovato una giovane donna italiana, in stato di gravidanza impaurita e con il volto tumefatto.

VIOLENZE. La donna ha raccontato ai militari di essere stata presa con violenza dal suo ex ragazzo, un 26enne di origine marocchina, e contro la sua volontà di essere stata costretta a salire a bordo di un’autovettura, per essere poi picchiata e derubata e di essere riuscita a fuggire solo grazie all’intervento di un connazionale di quest’ultimo. Secondo quanto raccolto dai militari dell'Arma questo era l'ennesimo atto di violenza nei suoi confronti, nonostante fosse incinta e al secondo mese di gravidanza. L’uomo, contrariato dall’interruzione del rapporto, con l'ultimo appuntamento voleva convincere la donna a ritornare sui propri passi.


ARRESTO. Le forze dell'ordine hanno trovato il 26enne all'interno di una Polo, poco lontano dal luogo dell'aggressione. L’immediata perquisizione permetteva di rinvenire il cellulare. I militari hanno proceduto all’arresto del tunisino per sequestro di persona, rapina e lesioni personali. La donna ne avrà per 15 giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento