menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cicloamatori dopati: una pizzeria dell'Alta punto di ritrovo e scambio

Ancora una volta è nel ciclismo amatoriale che vengono "beccati" atleti alle prese con prodotti fuori legge. I carabinieri scovano un esercizio commerciale di Villafranca Padovana come "covo" dei ciclisti non agonisti

Già sospeso nel 2014 dalla giustizia sportiva, ora rischia il processo per aver utilizzato Norandrosterone e Noretiocolanolone, sostanze vietate dalla Wada e dalla Nado. Secondo quanto riporta il quotidiano il Corriere del Veneto, cicloamatore 42enne, durante una gara ciclistica a Brugine il 28 settembre 2014, era stato trovato positivo al doping nei test dopo l’arrivo.

CICLOAMATORI. Da lì erano partite le indagini dei carabinieri del Nas e dal pm Benedetto Roberti che avrebbero portato gli inquirenti all’ingresso della pizzeria d’asporto che il cicloamatore avrebbe avuto a Villafranca Padovana, e che ora sarebbe stata ceduta. I carabinieri avrebbero scoperto che la pizzeria era un punto d’incontro per decine di ciclisti iscritti ai campionati amatorial.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento