rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Cronaca

Sorpreso con 150 grammi di hashish pronti per la festa di capodanno. Presi prima del countdown

Bilancio dell'attività dell'ultimo giorno dell'anno da parte della Questura

Agevolava pusher, ospitandolo presso la propria abitazione, allestendola a base di spaccio. Un 47enne padovano sorpreso ed arrestato con un chilo e mezzo di cocaina, eroina ed hashish: ha atteso il nuovo anno in carcere. Gli agenti della squadra mobile della Questura di Padova dediti al contrasto alla microcriminalità hanno chiuso l'anno con un ultimo arresto. Oltre un chilo di cocaina, due etti e mezzo di eroina e circa 150 grammi di hashish, destinati a numerosi consumatori che evidentemente desideravano festeggiare così l'arrivo del nuovo anno. Dopo averlo sorpreso con tale ingente quantitativo di droghe pesanti, ieri sera, 31 dicembre, qualche ora prima dello scoccare della mezzanotte, gli agenti hanno arrestato e ristretto in carcere un 47enne padovano con precedenti per reati contro la persona ed il patrimonio.

Mortise

Appena qualche giorno fa i poliziotti avevano ricevuto notizia di un continuo sospetto viavai di giovani, soprattutto di etnia straniera, in un’officina annessa ad un’abitazione sita in zona Mortise. Proprio ieri pomeriggio, decisi ad appurare la notizia, considerato anche l’approssimarsi della serata di festeggiamenti, gli agenti si sono appostati nei pressi dello stabile individuato, controllando da subito nelle sue immediate vicinanze due giovani italiani, che in maniera del tutto poco credibile riferivano di trovarsi in quel luogo per reperire alcuni pezzi di ricambio. Nei medesimi istanti, gli operatori notavano un ragazzo di origini magrebine affacciarsi da una finestra dell’appartamento soprastante, il quale accortosi della loro presenza rientrava in casa chiudendo gli infissi. Nell’approssimarsi a raggiungere l’abitazione sita al primo piano, accedendo da una scala esterna, i poliziotti notavano un secondo soggetto (poi individuato nel 47enne tratto in arresto nonché proprietario di casa) che tentava di calarsi dalla finestra, ma accortosi anche lui dell’arrivo degli agenti desisteva rientrando in casa. Il medesimo tuttavia, sporgendosi da un’altra finestra, si premurava di lanciare sopra il tetto dell’immobile due voluminosi involucri. Una volta raggiunto all’interno dell’abitazione, costretto ad aprire la porta, l’uomo tentava di giustificare il suo comportamento adducendo la presenza di uno straniero suo ospite (nel frattempo riuscito ad allontanarsi da un ingresso secondario) che lo aveva messo in allarme per la presenza di alcuni tipi sospetti fuori casa. Ma da subito le ragioni dello stato di allarme che la presenza degli agenti aveva di fatto generato in entrambi i soggetti, venivano fornite dal rinvenimento sul lavello del bagno di un sacchetto con all’interno 200 grammi di cocaina (di cui evidentemente l’uomo non aveva fatto in tempo a disfarsi o incautamente lasciati sul posto dal giovane straniero datosi alla fuga). Veniva poi recuperato pure quanto il 47enne aveva lanciato sopra il tetto , ovvero un sacchetto di carta ed un borsello in pelle con al loro interno più di un chilo di cocaina, parte della quale pure suddivisa in dosi, oltre due etti e mezzo di eroina, quasi 150 grammi di hashish, due bilancini di precisione, numerosi ritagli di guanti in nylon ed un coltello. A confermare la destinazione della sostanza a numerosi clienti, le ripetute, ininterrotte chiamate e messaggi che continuavano a giungere su alcuni telefoni rinvenuti in casa, compreso quello del 47enne. Al termine dell’attività l’uomo è stato dichiarato in arresto e condotto in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpreso con 150 grammi di hashish pronti per la festa di capodanno. Presi prima del countdown

PadovaOggi è in caricamento