menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lungo l'argine del Brenta il "magazzino" della droga, trovati sotterrati venti chili di eroina

Operazione della squadra Mobile di Padova. Arrestato un albanese di 30 anni, ritenuto un punto di riferimento per lo spaccio di eroina nel Padovano. Ammonta a circa 600mila euro, il valore dello stupefacente sequestrato. Le indagini andavano avanti da un mese

Quasi venti chili di eroina sotterrati lungo l'argine del fiume Brenta, tra Cadoneghe e Peraga di Vigonza. Li hanno trovati martedì gli agenti della squadra Mobile, che da circa un mese stavano alle costole di un albanese di 30 anni, domiciliato a Padova in via Goito, ritenuto un punto di riferimento per lo spaccio di eroina nel Padovano.

20 CHILI DI EROINA NASCOSTI LUNGO L'ARGINE. I poliziotti lo stavano pedinando da settimane. Nelle scorse ore, lo hanno seguito dalla sua abitazione fino all'argine del Brenta, si sono distesi in osservazione e lo hanno visto nascondere qualcosa. Era lo stupefacente, fiutato dal cane antidroga Cendric: quasi 20 chili di eroina divisi in 19 panetti. 

SEQUESTRATA DROGA PER 600MILA EURO. Oltre alla droga sequestrata sull'argine, in casa dell'albanese, a seguito di perquisizione, sono stati trovati 9.545 euro, ritenuti provento dell'attività illecita e sequestrati. Lo straniero - sposato con una commessa romena - aveva dei piccoli precedenti, nulla in confronto al giro scoperto dagli investigatori, di cui ci si può fare un'idea se si pensa che il valore della droga sequestrata ammonta a circa 600mila euro. L'uomo è stato arrestato e portato in carcere a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento