menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Controlli anti droga della Guardia di Finanza di Padova (fonte: archivio)

Controlli anti droga della Guardia di Finanza di Padova (fonte: archivio)

Controlli anti degrado e droga Minori sorpresi a fumare spinelli

Proseguono i pattugliamenti quotidiani della polizia municipale di Padova in collaborazione con le altre forze dell'ordine cittadine nelle zone della Stazione, prima Arcella e piazze del centro storico

Hanno cadenza ormai quotidiana i blitz da parte delle forze dell'ordine mirati a contrastare il degrado e l'illegalità di alcune tra le zone più problematiche di Padova. Stazione, cavalcavia Borgomagno, prima Arcella, ma anche piazze e vie del centro storico nel mirino dei controlli di polizia municipale, squadra Volanti della questura, uomini dell'esercito e anche Guardia di Finanza che operano con pattugliamenti spesso misti.

TOSSICI NEI BAGNI DI PIAZZA DELLE ERBE. Nella tarda serata di mercoledì, una pattuglia delle fiamme gialle composta di tre persone e una unità cinofila e una pattuglia della municipale si sono attivate per contrastare lo spaccio di stupefacenti nelle piazze. I controlli si sono concentrati sulla zona di piazza Cavour, sul Liston, via Santa Lucia, piazza dei Signori, delle Erbe, dei Frutti e in zona Ghetto. Verso le 20.30 è stato effettuato anche un controllo all'interno dei bagni pubblici sotterranei in piazza delle Erbe. Qui sono stati trovati due "tossici storici" di nazionalità italiana che stavano consumando eroina e in possesso di un paio di dosi che sono state sequestrate.

MINORI CON LO SPINELLO. I controlli hanno interessato anche piazza Capitaniato, Duomo, via Roma e via dei Soncin, dove sono stati sorpresi otto ragazzi che stavano fumando uno spinello. L'unico maggiorenne, dopo aver tergiversato, si è assunto la colpa ammettendo che lo spinello era suo e spontaneamente ha consegnato anche una barretta di hashish. I controlli in centro sono continuati fino a mezzanotte e mezzo e in totale le forze dell'ordine hanno identificato circa 40 persone, prevalentemente di nazionalità italiana, ma anche marocchini, tunisini, filippini, ganesi e dei paesi dell'Est.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento