Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca Stazione / Via Frà Giovanni Eremitano

Droga "Shaboo" anche a Padova Sequestrati due etti, quattro arresti

La nuova droga "di tendenza", lo Shaboo, veniva confezionata in un appartamento in zona stazione. In manette i fornitori, tre cinesi, e un filippino di Milano. In casa, 12.300 euro in contanti, provento di spaccio

Il materiale sequestrato

Nelle scorse ore, la squadra Mobile di Padova ha condotto a termine un'operazione che ha portato al sequestro di 2 etti di Shaboo, "nuova" droga sintetica di "tendenza", di origine asiatica, che negli ultimi mesi ha preso sempre più piede nelle grandi città, come Bologna e Milano.

LO SHABOO. Conosciuto anche come "Ice" o "Crystal meth", viene venduto in cristalli di metanfetamina pura, ha un costo molto elevato: fino a 400 euro al grammo, anche perché un grammo equivale a mezz'etto di cocaina. Si consuma soprattutto inalandone i vapori e produce effetti di eccitazione e senso di invulnerabilità, ma anche stati di allucinazione, aggressività e depressione. A lungo termine ha effetti devastanti su cuore, reni, pelle e sistema nervoso, fino a causare danni cerebrali.

LE INDAGINI. Questo è lo "Shaboo". In marzo, a Bologna, era stato arrestato un filippino residente a Padova, ritenuto dagli inquirenti un "corriere" al soldo di un'organizzazione di connazionali che si occupava dello smercio dello stupefacente. Nell'ultima settimana, gli agenti della squadra Mobile di Padova hanno tenuto d'occhio  un altro filippino, 44 anni, residente a Milano, avvistato in zona stazione in compagnia di tre cinesi. Mercoledì, il soggetto è stato avvistato a bordo di una Fiat Punto in via Eremitano, dopo essersi appena allontanato da un appartamento in quella strada.

PERQUISITO IL FILIPPINO. L'automobile è stata fermata cento metri più in là. I poliziotti hanno perquisito la vettura, rinvenendo, all'interno di un navigatore satellitare nel cruscotto, 30 grammi dello stupefacente. Gli agenti sono quindi entrati anche nell'appartamento da cui il filippino era appena uscito. Qui hanno trovato una donna cinese di 30 anni, titolare del contratto d'affitto, il suo presunto fidanzato, sempre cinese, di 28 anni, e un altro connazionale di 40 anni, tutti conviventi, tutti senza un'occupazione.

L'APPARTAMENTO DEI CINESI. Nell'abitazione, la polizia ha trovato 50 grammi di shaboo sul tavolo di una stanza. Accanto c'erano anche un bilancino di precisione e delle bustine di cellophane. Evidentemente i tre stavano confezionando lo stupefacente. La stessa sostanza, altri 120 grammi, è stata trovata anche nella camera da letto della donna. Inoltre, una slot machine dismessa, sempre nell'appartamento, era il nascondiglio impiegato per occultare la considerevole cifra di 12.500 euro, verosimile provento di spaccio.

QUATTRO ARRESTI. Probabilmente, il filippino, che vive a Milano, dove lo shaboo si sta facendo strada, diversamente da Padova, dove è ancora una novità, fungeva da "corriere" per il trasporto dello stupefacente nel capoluogo lombardo. Tutti e quattro, filippino e cinesi, sono stati arrestati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga "Shaboo" anche a Padova Sequestrati due etti, quattro arresti

PadovaOggi è in caricamento