menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sequestro di shaboo (fonte: archivio)

Sequestro di shaboo (fonte: archivio)

Shaboo: nuova droga di tendenza a Bologna, arresto filippino padovano

In manette il 12 marzo a Bologna un 42enne domiciliato in via Malaspina a Padova, ritenuto dagli inquirenti un "corriere". Accertamenti in corso se la droga stesse per diffondersi anche sulla piazza padovana

Conosciuto anche come "Ice" o "Crystal meth", viene venduto in cristalli di metanfetamina pura, ha un costo molto elevato: fino a 400 euro al grammo, anche perché un grammo equivale a mezz'etto di cocaina. Si consuma soprattutto inalandone i vapori e produce effetti di eccitazione e senso di invulnerabilità, ma anche stati di allucinazione, aggressività e depressione. A lungo termine ha effetti devastanti su cuore, reni, pelle e sistema nervoso, fino a causare danni cerebrali. Questo è lo "Shaboo", "nuova" droga sintetica di "tendenza", di origine asiatica, che negli ultimi mesi aveva preso sempre più piede a Bologna e smerciato da un sodalizio criminale sgominato dai carabinieri emiliani e composto prevalentemente da extracomunitari di nazionalità filippina.

ORGANIZZAZIONE DI INSOSPETTABILI. In apparenza, pacati badanti che assistevano persone anziane, in realtà spacciatori della micidiale droga sintetica, che veniva nascosta e venduta anche nelle cantine degli ignari pensionati dai quali erano a servizio. Era la doppia vita di un gruppo di filippini, secondo l'accusa.

"CORRIERE" UN FILIPPINO DI PADOVA. In manette, lo scorso 12 marzo a Bologna, come riportano i quotidiani locali, era finito anche un 42enne originario delle Filippine e domiciliato in via Malaspina a Padova, ritenuto dagli inquirenti un "corriere" al soldo dell'organizzazione di connazionali che si occupava dello smercio dello stupefacente. Nella sua auto i carabinieri avevano rinvenuto un ingente quantitativo di "Shaboo". L'inchiesta emiliana ora è approdata anche in procura a Padova per verificare se, tramite il 42enne, la droga non stesse per diffondersi anche sulla piazza padovana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento