menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stazione, arrestato spacciatore "recidivo": condannato a dodici mesi di reclusione

Dovrà rimanere in carcere un anno, il pusher finito in manette giovedì ad opera degli agenti di polizia locale di Padova dopo avere venduto una dose di cocaina ad una sudamericana

Dovrà rimanere in carcere 12 dodici mesi, lo spacciatore arrestato giovedì dagli agenti di polizia locale di Padova dopo avere venduto una dose di cocaina ad una sudamericana.

LA CESSIONE. Il fatto è accaduto in zona Stazione e precisamente di fronte all’hotel Monaco, ritrovo abituale di extracomunitari dediti allo spaccio. Alcuni agenti del Nucleo antidroga della polizia locale, mentre svolgevano un servizio in borghese, si sono accorti della presenza di un nigeriano già conosciuto in quanto arrestato dal personale del Comando il 13 luglio scorso e denunciato a piede libero il 23 gennaio per reati inerenti lo spaccio di sostanze stupefacenti. Poco più tardi è giunta a piedi una donna di origine sudamericana che, dopo avere scambiato alcune parole con lo spacciatore, gli ha consegnato una banconota da 50 euro in cambio di tre piccoli involucri di colore bianco. Dopo lo scambio, la donna ha proseguito a piedi lungo cavalcavia Borgomagno e successivamente in via Aspetti, dove è stata fermata. Gli agenti si sono fatti consegnare la merce acquistata poco prima, che è risultata essere cocaina per un peso netto complessivo di 0,62 grammi.

IL PEDINAMENTO. Lo spacciatore, nel frattempo, sempre tenuto sotto osservazione dagli agenti, si è allontanato prima verso piazza De Gasperi e subito dopo ha raggiunto il gruppo di connazionali che stazionavano di fronte all'Hotel Monaco. A questo punto gli agenti sono intervenuti fermando lo spacciatore e accompagnandolo negli Uffici di via Liberi, dove è stato perquisito e trovato in possesso di 90 euro (denaro sottoposto a sequestro penale) e di 3 telefoni cellulari.

L'ARRESTO. Poiché lo straniero è stato fermato in un luogo noto per l’attività di spaccio, per il tipo di sostanza ceduta e in ragione dei precedenti penali specifici a suo carico e in date ravvicinate (arresto per spaccio di stupefacenti in flagranza di reato del comando di polizia locale il 13 luglio 2016; denuncia per "stupefacenti - vendita o cessione di stupefacenti o psicotrope" del comando provinciale Roni di Padova il 9 gennaio 2017; denuncia in stato di libertà per spaccio di stupefacenti in flagranza di reato del comando di polizia locale il 23 gennaio 2017) gli agenti hanno proceduto con l’arresto.

LA CONDANNA. Il pm di turno ha quindi deciso che l’arrestato venisse essere giudicato con rito direttissimo il giorno successivo e venerdì il giudice del tribunale monocratico ha convalidato l’arresto e condannato lo spacciatore alla pena di 12 mesi di reclusione e a 3mila euro di multa, pena non sospesa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento