menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccio nella Bassa, tra i clienti anche dei minorenni: 24enne in manette

Le indagini sono iniziate lo scorso marzo, quando i carabinieri di Agna avevano notizia, nel circuito dei consumatori di droga locali, che molti assuntori si rifornivano da un giovane, che smerciava nella zona della Bassa Padovana

Nella mattinata di venerdì, i carabinieri di Agna, a conclusione di una prolungata attività d’indagine, hanno arrestato M.F. 24enne, residente a San Pietro Viminario, da tempo dedito alla vendita di sostanze stupefacenti nella zona della bassa padovana. Contestate numerose cessioni di cocaina, hashish e marijuana, consumate nel periodo compreso tra l’anno 2011 e l’epoca attuale, nei comuni di Monselice, Tribano e San Pietro Viminario.

SPACCIO. Tra le varie decine di acquirenti identificati dai carabinieri, figurano uomini e donne di differenti età, professioni e situazioni famigliari, alcuni anche minorenni, che si rivolgevano di volta in volta al pusher per rifornirsi di sostanze stupefacenti. 

DOMICILIARI. I carabinieri hanno quindi dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari emessa dal gip patavino Tecla Cesaro, all’esito dell’attività investigativa coordinata dal procuratore Sergio Dini.

GIOVANE. Le indagini sono iniziate lo scorso marzo, quando i carabinieri di Agna avevano notizia, nel circuito dei consumatori di droga locali, che molti assuntori si rifornivano da un giovane, che smerciava nella zona della bassa padovana. La peculiarità di M.F. era proprio quella di proporre le varie sostanze ai propri acquirenti, fornendo costantemente la disponibilità di droghe di varie tipologie. I prezzi andavano dai 10 euro a dose per hashish e marjuana, per poi aumentare fino a 50 euro per la cocaina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento