menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I controlli della polfer e la droga sequestrata

I controlli della polfer e la droga sequestrata

Polfer in stazione con cani e metaldetector: "palline" di marijuana e hashish negli anfratti

Piazzale Stazione, via Cairoli, viale Codalunga e scalo ferroviario. Trovato un uomo gravato da un ordine di carcerazione. Denunciato un tunisino visto picchiare la fidanzata

Controlli antidroga della polizia ferroviaria, giovedì sera, in piazzale Stazione, via Cairoli, viale Codalunga e all'interno dello scalo ferroviario di Padova.

DROGA. In ausilio agli uomini, in divisa e in borghese, anche l'unità cinofila. Sono stati perlustrati tutti gli anfratti, dalle aiuole erbose, alle fioriere, dagli angoli interrati ai pertugi di serrande di negozi e box auto, ai vasi che adornano gli attraversamenti stradali. In questi luoghi, sono state rinvenute "palline" di sostanza stupefacente già confezionata ed avvolta in bustine di nylon già pronte per la vendita al dettaglio. In totale, sono stati trovati 35 grammi di droga, di cui 31,5 di marijuana e 3,5 di hashish.

METALDETECTOR. Nell'atrio della stazione, i controlli sulle persone in transito, con l’utilizzo anche di metaldetector, hanno permesso di rintracciare A.C., 48 anni, di Grancona (Vicenza), senza fissa dimora, risultato gravato da un ordine di esecuzione della carcerazione emesso in via definitiva dalla procura generale della Corte d’Appello di Venezia, con cui si dispone l’immediata carcerazione del condannato il cui fine pena è fissato nel provvedimento fino al 20 agosto 2017 per cumulo reati legati allo spaccio e reati contro il patrimonio. L'uomo è stato associato alla casa circondariale Due Palazzi.

PICCHIA LA COMPAGNA IN STAZIONE. È stata inoltre adottata la misura di prevenzione del divieto di ritorno nel comune di Padova per 3 anni nei confronti di un tunisino di 33 anni.Lo straniero è stato inoltre denunciato in stato di libertà per il reato di lesioni e minacce, poiché sorpreso a malmenare la propria compagna nell’atrio della stazione. La vittima, una marocchina regolare sul territorio e madre di una bimbo di 5 anni, ha sporto querela nei suoi confronti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Come fare una manicure semipermanente in casa senza l’uso della lampada

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento