rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Cronaca

Al Due Palazzi stupratore seriale. Sarà espulso: abusi anche su minorenni

E' finito in carcere il 20enne tunisino gravemente indiziato di più episodi di violenza sessuale, tutti commessi in zona Stazione di Padova

E' finito in carcere il 20enne tunisino gravemente indiziato di più episodi di violenza sessuale, tutti commessi in zona Stazione di Padova. Reati commessi anche a danni di minori. Aveva già sulle spalle un provvedimento che gli impediva anche solo di avvicinarsi, a quell'area della città, che non ha rispettato. Allo scopo di sottrarsi all’arresto, l’indagato si è sempre dichiarato minorenne ai pubblici ufficiali che procedevano alla sua identificazione, cosa che i poliziotti della Squadra Mobile hanno potuto accertare non corrispondente al vero. La Questura ha quindi proveduto a fare effettuare una certificazione relativa alla radiografia ossea effettuata successivamente all'arresto per spaccio di stupefacenti, nonché una comunicazione del Consolato tunisino in Milano che ne ha analogamente certificato la maggiore età.

Denunce

Le indagini sono partite grazie alla denuncia anonima di una delle vittime, che hanno consentito ai poliziotti di accertare più episodi di violenza sessuale. Le vittime hanno descritto l’uomo nei particolari, non è stato difficile dimostrare come l'indagato non sia in grado di controllare e frenare le proprie pulsioni sessuali. Alla Questura sono pervenute anche altre segnalazioni di analoghe molestie sessuali compiute dall'indagato che hanno consentito di aggiungere altre informazioni preziose alle indagini. Fra gli episodi più gravi una violenza di gruppo (avendo agito in quel caso in accordo con altro soggetto allo stato non identificato) consumata i primi giorni di maggio, ai danni di una ragazza (in attesa di prendere un mezzo pubblico per raggiungere il proprio fidanzato) attratta con l'inganno in una zona isolata e poi spinta su una aiuola e quindi costretta a subire palpeggiamenti ed altri atti sessuali. Qualche giorno prima lo stesso indagato aveva commesso altra grave violenza ai danni di un’altra ragazza. Dopo averle strappato le calze, la spingeva a terra, ponendosi su di lei ed impedendole di trovare la forza di chiedere aiuto. In due casi ha agito proprio in quella zona che poi gli verrà interdetta, scagliando le vittime a terra. In altri invece ha seguito le vittime fino sulle porte di casa. Un importante contributo alle indagini lo hanno dato anche le immagini riprese dalle telecamere cittadine. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Due Palazzi stupratore seriale. Sarà espulso: abusi anche su minorenni

PadovaOggi è in caricamento