menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bitonci: "Ai padovani che sparano ai ladri, offro patrocinio gratuito"

Lo ha dichiarato mercoledì, il sindaco di Padova, commentando la vicenda del pensionato che a Vaprio d'Adda ha ammazzato un uomo che si era introdotto in casa sua per rubare: "Sto dalla parte di chi si difende"

Il sindaco di Padova, Massimo Bitonci, ha annunciato un provvedimento, al vaglio, che prevede patrocinio gratuito per i padovani che, subìto un reato contro persona o patrimonio, siano accusati di eccesso colposo di legittima difesa. Lo ha dichiarato mercoledì, commentando la vicenda del pensionato che a Vaprio d'Adda ha ammazzato un uomo che si era introdotto in casa sua per rubare.

LE DICHIARAZIONI DI BITONCI. "Sto dalla parte di chi viene offeso e attaccato - ha detto - sto dalla parte di chi si difende, di chi subisce intrusioni e violazioni della proprietà, ad opera di sconosciuti con intenzioni altrettanto sconosciute. Nell'articolo 21 della Legge Regionale 24 giugno 2015, n. 17, approvata da Regione Lombardia - sottolinea - si offre il patrocinio, nei procedimenti penali di questo tipo. Auspico che anche in Veneto venga varato un provvedimento simile. Per quanto è nelle mie prerogative di sindaco - ha concluso - studierò un atto analogo che consenta, ai residenti nel Comune che si dovessero trovare nelle medesime condizioni di Ignazio Sicignano, di non essere abbandonati".

LE REAZIONI. “Il sindaco di Padova Massimo Bitonci vuole il far west patrocinato dal Comune - chiosa Alessandro Zan, deputato padovano del partito democratico, "l’ennesima ridicola trovata per non occuparsi, lavandosene le mani, del degrado endemico in città”. E aggiunge: “alcuni quartieri, come l’Arcella e la zona di Borgomagno, stanno subendo un aumento del degrado senza che il sindaco faccia nulla. Un buon amministratore - prosegue il parlamentare - non è colui che la spara più grossa, ma che mette in campo azioni più approfondite e organiche per risolvere il problema sicurezza alla radice, partendo dalla riqualificazione urbanistica delle aree, promuovendo la cultura e l’aggregazione anche in periferia, investendo sulla mediazione culturale. Il degrado non potrà mai essere sconfitto” conclude Zan “se si punta tutto sulla propaganda”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento