Cronaca

Case di riposo, la strage continua: morti a Galzignano, Merlara, Monselice e Cittadella

Per la prima volta un ospite proveniente dalla casa di cura dell'Alta non ce l'ha fatta. Le strutture residenziali con contagiati sono 25 su 37, otto quelle attenzionate

Nella giornata di giovedì si è contato un nuovo picco di lutti all'interno delle case di riposo con ben 5 persone che erano state ospiti dei centri che non ce l'hanno fatta. Tutte sono risultate positive al Covid-19.

Chi ci ha lasciato

Ha pianto ad esempio un suo ospite il Centro Residenziale per Anziani di Cittadella (finora immune ai lutti) dov'è morta una donna di 83 anni originaria di Campodarsego. Merlara, dopo alcuni giorni senza notizie nefaste, ha salutato Maria Brognara di 95 anni originaria del paese, venticinquesima vittima del Coronavirus della struttura. Sono entrambe morte in ospedale a Schiavonia le due ospiti della residenza Al Parco di Galzignano, che dal 21 febbraio ha già contato 11 decessi. Si tratta di Teresa Guariento di 84 anni che era nata a Este e di una donna di 93 anni che è mancata nel pomeriggio di ieri. Il Centro Servizi per Anziani di Monselice deve contare la diciottesima vittima: si tratta di Angela Ruzzon, padovana di 85 anni, ospite della struttura da alcuni mesi e le cui condizioni di una salute già cagionevole sono precipitate negli ultimi giorni. Viveva poi a Cittadella una donna di 73 anni che era stata ricoverata qualche giorno fa al Covid-Hospital della cittadina murata e che è morta nella notte tra mercoledì e ieri. Una settima persona infine ha perso la vita in ospedale a Padova. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case di riposo, la strage continua: morti a Galzignano, Merlara, Monselice e Cittadella

PadovaOggi è in caricamento