Regolamento per la definizione agevolata delle entrate comunali non riscosse a seguito della notifica di ingiunzioni di pagamento

Il Regolamento disciplina la definizione agevolata delle sanzioni amministrative per violazioni al Codice della strada nonché della tassa sui rifiuti, non riscosse a seguito di provvedimenti di ingiunzione di pagamento

Con deliberazione del commissario prefettizio Michele Penta, nella competenza del consiglio comunale di Padova dello scorso 31 gennaio scorso, è stato approvato il Regolamento comunale disciplinante la definizione agevolata delle entrate comunali, anche tributarie, non riscosse a seguito della emissione di ingiunzioni di pagamento notificate dal 2000 al 2016.

AMBITI DEL REGOLAMENTO. Il Regolamento disciplina solamente la definizione agevolata delle sanzioni amministrative per violazioni al Codice della strada nonché della tassa sui rifiuti, non riscosse a seguito di provvedimenti di ingiunzione di pagamento. Per le sanzioni amministrative relative a violazioni del Codice della strada le disposizioni del regolamento si applicano limitatamente agli interessi, inclusi quelli di mora e quelli di cui all'art. 27, c. 6 della L. n. 689/1981.

INFO. Tutte le informazioni, compresa la modulistica, saranno a breve disponibili sul sito del Comune di Padova, nonché sul sito di AcegasApsAmga Spa per la tassa sui rifiuti e su quello di Ge.Fi.L., attuale affidatario/concessionario della riscossione coattiva delle sanzioni amministrative per violazioni del Codice della strada, entro 15 giorni dalla data di approvazione del Regolamento, quindi entro il 15 febbraio 2017.

COME FUNZIONA. Il debitore potrà presentare la domanda tesa ad ottenere la definizione agevolata al soggetto competente (Comune di Padova-Polizia Locale- relativamente alle sanzioni per violazioni del Codice della Strada e AcegasApsAmga SpA per la tassa sui rifiuti) entro il 2 maggio 2017. L'accoglimento o il rigetto della domanda di definizione agevolata verrà comunicato all'interessato entro il 30 giugno 2017 (per le violazioni del Codice della Strada da Ge.Fi.L. S.p.a). Nel caso di accoglimento verranno comunicate le modalità di pagamento, l'importo e tutte le informazioni necessarie all'adempimento. Il versamento di quanto dovuto potrà avvenire o in un'unica soluzione o in rate diverse a seconda che si tratti di violazioni del Codice della strada o della tassa sui rifiuti e comunque entro il 30 settembre 2018.

NON RIGUARDA LA ROTTAMAZIONE DELLE CARTELLE DI EQUITALIA. Il Regolamento concerne esclusivamente la definizione agevolata delle entrate comunali, anche tributarie, non riscosse a seguito della notifica di ingiunzioni di pagamento notificate dal 2000 al 2016. Per quanto invece concerne la cosiddetta rottamazione delle cartelle di Equitalia, si rimanda al sito dedicato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camerieri di un ristorante del centro pestati a sangue: mascella distrutta per uno dei due

  • Tre acconciature da fare prima di andare a letto per avere boccoli morbidi e voluminosi al mattino

  • Sangue sulle strade padovane: frontale auto-furgone, un morto e due feriti

  • Luca Zaia attacca Poiana: «Non si può andare in tv a sputtanare il Presidente della Regione, ditelo a Pennacchi»

  • Clio all'ombra del Santo: apre a Padova il temporary store della celebre make-up artist

  • Parto di emergenza riuscito alla perfezione: la "nascita-lampo" di Ginevra a Camposampiero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento