rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Cronaca

La Corte d'Assise di Venezia conferma l'ergastolo per Mohamed Barbri

L'uomo è stato ritenuto colpevole dell'omicidio e dell'occultamento del cadavere della moglie, Samira El Attar, 43 anni. La Corte ha confermato l'ergastolo

Ergastolo confermato per Mohamed Barbri, accusato di aver ucciso la moglie, Samira El Attar, nell’ottobre 2019. Lo ha deciso la Corte d’Assise d’appello di Venezia.

L’ergastolo

La Corte d’Assise d’appello di Venezia martedì 15 marzo ha confermato l’ergastolo per il 50enne originario del Marocco e residente a Stanghella, accusato di aver ucciso la moglie di 43 anni. La difesa aveva presentato un ricorso ma è stato rigettato. Il corpo di Samira non è ancora stato trovato ma le prove raccolte dall’accusa hanno spinto i giudici a condannare Barbri per omicidio e occultamento di cadavere. Dal precedente grado di giudizio, l’uomo aveva perso la patria potestà della figlia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Corte d'Assise di Venezia conferma l'ergastolo per Mohamed Barbri

PadovaOggi è in caricamento