menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Escursionisti padovani si perdono sul Civetta, uno si sente male

Soccorsi, giovedì sera, tre amici di Cittadella, due fratelli, S.P., 34 anni, e G.P., 23 anni, e A.B., 32 anni. Il più giovane, per la stanchezza, è stato colto da febbre alta. Stavano rientrando da un'escursione

Giovedì, dopo essere arrivati in cima al Civetta dalla Ferrata Alleghesi (Belluno), tre amici di Cittadella, due fratelli, S.P., 34 anni, e G.P., 23 anni, e A.B., 32 anni, nel tentativo di fare rientro, si sono persi. 

ESCURSIONISTI SMARRITI. Con l'imbrunire, ingannati dalle prime luci di Pecol, anziché proseguire sul sentiero per il Coldai, sono scesi tra i mughi del Livinal Grand, bloccandosi incapaci di orientarsi nell'intrico dei cespugli. Il più giovane, per la stanchezza, è stato anche colto da febbre alta.

I SOCCORSI. Verso le 20.30, la richiesta di aiuto. Una squadra del soccorso alpino della Valle di Zoldo, con quattro soccorritori tra i quali l'infermiera della stazione, è quindi avvicinata alla parete. Individuare i ragazzi è stato difficile, a causa della fitta vegetazione. Un soccorritore si è quindi posizionato sul Pian del Crep, di fronte a loro, affinché, intravedendo la luce, gli escursionisti potessero dare indicazioni utili sulla posizione. Così verso le 23.30, la squadra è riuscita a raggiungerli, 200 metri circa sotto il sentiero. Prestategli le prime cure, il giovane febbricitante si è presto ripreso. I tre ragazzi sono stati ricondotti a monte, e infine accompagnati a Palafavera, dove attorno alle 2 si è concluso l'intervento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento