menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto repertorio

Foto repertorio

Esplode l'abitazione che poi si incendia: marito e moglie perdono la vita

La deflagrazione si è udita a chilometri di distanza: sul posto sono intervenuti i carabinieri, il Suem e i pompieri. L'esplosione dovuta a una fuga di gas. Entrambi sono morti sul colpo

Prima l'esplosione poi il fuoco e le fiamme. Una tragedia si è consumata lunedì mattina a Lobia, frazione di San Giorgio in Bosco, dove una casa è stata distrutta dall'incendio scoppiato poco prima delle 8 e gli occupanti, due anziani del posto, sono morti carbonizzati.

L'esplosione

Intorno alle 7.40 di lunedì 18 gennaio i residenti di via Sant'Antonio a Lobia hanno sentito una forte esplosione. Dalle finestre del civico 156 uscivano fiamme e fumo. Enrico Fontanella, 88 anni, e la moglie Norma Todesco, 85 anni, sono morti sul colpo. Lei dormiva ancora, è stata trovata a letto, mentre lui era in soggiorno. Ancora non si conoscono le cause dello scoppio e due sono le ipotesi: un fornello a gas lasciato acceso oppure una fuga di gpl dalla bombola. Sul posto sono accorsi il sindaco e alcuni residenti, oltre ai carabinieri e ai vigili del fuoco. I due hanno una figlia di 58 anni che abita nel Veronese e due nipoti. Fontanella è stato per anni rappresentante e con la moglie, originaria di San Giorgio in Bosco e dipendente di un supermercato, ha viaggiato per anni in giro per l'Italia. Poi, 20 anni fa, la decisione di tornare dove Todesco è nata. Marito e moglie tra novembre e marzo erano soliti trasferirsi alle isole Canarie dove avevano una casa in affitto, ma negli ultimi tempi, con l'età che avanzava hanno deciso di restare nel Padovano.

Fontanella_Todesco-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento