Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Devastò l'ufficio postale di Piove: nuovamente catturato, per lui terzo accompagnamento al Cpt

I carabinieri hanno di nuovo bloccato il 40enne: nei giorni scorsi la sua presenza nel Piovese aveva preoccupato i cittadini e i politici locali

Nuovo accompagnamento al centro di permanenza temporanea per Abdelouahed Atourabi, il quarantenne marocchino noto per aver devastato a gennaio scorso l’ufficio postale di Piove di Sacco dopo che non gli era stato accreditato il reddito di cittadinanza e per aver creato nei mesi diversi problemi. Nelle ultime settimane lo straniero era riapparso in zona, provocando l'indignazione di molti cittadini e politici locali. Mercoledì mattina i carabinieri l'hanno trovato a corte e accompagnato in caserma dove ha devastato una finestra.

Esplusioni

L'iter per l'accompagnamento alla frontiera dell'uomo è alquanto bizzarro. Espluso e portato una prima volta a "Ponte Galeria" a Roma lo scorso marzo il suo rimpatrio non era potuto avvenire per la chiusura delle frontiere a causa della pandemia. A maggio, uscito temporaneamente dal centro, era stato ritrovato dai militari dell'arma in un bar del Piovese e accompagnato di nuovo a Gradisca d'Isonzo per il rimpatrio. Stavolta l'uomo è riuscito a fuggire, ricomparendo nella Saccisica qualche giorno fa. Pur non combinando altri guai, la sua presenza ha suscitato un certo clamore: i carabinieri sono riusciti a individuarlo di nuovo e in caserma è andato in escandescenza, rompendo un vetro. Il quarantenne è stato nuovamente accompagnato a Gradisca d'Isonzo: da capire se stavolta le autorità riusciranno davvero a rimpatriarlo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Devastò l'ufficio postale di Piove: nuovamente catturato, per lui terzo accompagnamento al Cpt

PadovaOggi è in caricamento