menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
In foto: gli agenti del nucleo di sicurezza urbana della polizia locale impegnati nel controllo di un senza fissa dimora

In foto: gli agenti del nucleo di sicurezza urbana della polizia locale impegnati nel controllo di un senza fissa dimora

Espulso, rientra illegamente in Italia: arrestato a Camposampiero

Da alcune settimane, frequentava i giardini pubblici assieme ad altri due connazionali senza fissa dimora. Gli agenti della locale l'hanno identificato e arrestato. Doveva scontare anche una pena residua di 9 mesi per alcuni furti commessi a Nordest

Un 50 enne moldavo è stato arrestato lunedì pomeriggio dalla polizia locale a Camposampiero: l'uomo era rientrato illegalmente in Italia nonostante fosse gravato da un provvedimento di espulsione della durata di 10 anni.

GIARDINI. L'uomo, da alcune settimane, frequentava i giardini pubblici di Camposampiero assieme ad altri  due connazionali senza fissa dimora, dormendo in ricoveri di fortuna. Una pattuglia di agenti del nucleo sicurezza urbana della polizia locale della Federazione lo aveva già identificato nei giorni  scorsi.

ACCERTAMENTI. Ulteriori accertamenti investigativi hanno portato a scoprire che lo straniero era gravato da un ordine di espulsione eseguito 5 anni fa, con il divieto di rientrare in Italia per 10 anni e con una pena residua di 9 mesi da scontare in carcere nel caso fosse stato eventualmente rintracciato sul suolo nazionale, a seguito di una condanna, emessa dalla procura di Venezia, per numerosi furti che aveva  compiuto in tutto il nordest. 

RICERCATO. Venuti a conoscenza che lo straniero era ricercato, gli agenti della locale si sono messi alla caccia del moldavo. Conoscendone le abitudini, lunedì mattina una pattuglia di due agenti motociclisti lo ha  riconosciuto nei giardini pubblici di Campo Marzio, vicino alla piazza centrale di Camposampiero.

ARRESTO. Lo straniero è stato bloccato e accompagnato negli uffici del comando della polizia locale dove è stato arrestato. Informata dei fatti, la procura di Padova ha disposto il processo per direttissima e la custodia cautelare. Martedì mattina il processo ha visto la convalida dell'arresto da parte del giudice e la condanna  ad un anno ed un mese di carcere.

MARCATO. Grande la soddisfazione del comandante Walter Marcato per l'arresto effettuato dai suoi uomini: “Grazie ad un lavoro di squadra molto professionale, dei nostri agenti, siamo riuscita ad assicurare alla giustizia un delinquente da  tempo ricercato, specializzato in furti e reati contro il patrimonio". 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento