Pericolo terrorismo, estremista islamico espulso da Padova

L'uomo, di origine albanese, usava il suo profilo Facebook per diffondere messaggi a contenuto antisemita ed è sospettato di voler radicalizzare all'ombra del Santo un connazionale richiedente protezione internazionale

Via da Padova con effetto immediato. Con tanto di divieto di reingresso in area Schengen per 10 anni: un estremista islamico di origini albanesi è stato espulso dall'Italia in seguito a un provvedimento emesso dal prefetto di Padova su richiesta del questore di Padova in base al decreto antiterrorismo.

Le indagini

L'espulsione dallo Stivale risale alla mattinata del 20 dicembre, ma il tutto ha avuto inizio ben prima grazie alla Digos della questura di Padova, che nell'ambito di un'azione per il contrasto e la prevenzione del terrorismo jihadista (potenziata in occasione delle festività natalizie anche sulla scorta delle segnalazioni della direzione centrale della polizia di prevenzione-Ucigos e dell'Aisi) ha svolto un approfondito monitoraggio del profilo Facebook di un albanese residente a Padova. Le indagini non solo hanno fatto emergere che l'uomo aveva postato su Facebook messaggi a contenuto antisemita e contro la celebrazione delle festività natalizie, ma che lo stesso era anche un seguace di imam già tratti in arresto in Kosovo per terrorismo e istigazione all'odio razziale - nonché autori di commenti anti-occidentali anche in relazione ad attentati consumati in Francia dall'Isis - oltre ad essere un sostenitore del noto foreign fighter tedesco Denis Cupert.

L'estremizzazione

Inoltre sono stati acquisiti elementi che inducono a ritenere sussistente il pericolo che il soggetto stesse svolgendo a Padova un'azione di estremizzazione di un richiedente protezione internazionale (anch'egli albanese), il quale attraverso il proprio profilo Facebook aveva condiviso un nasheed - sorta di canto jihadista - che esaltava la preghiera prima della morte e coloro che combattono per Allah: nei confronti di quest'ultimo, il questore di Padova ha emesso decreto di trattenimento presso un centro di permanenza per il rimpatrio in attesa del giudizio della commissione territoriale competente per la valutazione della sua posizione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piante "mangia-smog" per pulire l'aria malata: nella Bassa le prime coltivazioni di Paulownia

  • Il Bacchiglione restituisce un corpo: è la mamma di Bovolenta scomparsa lunedì

  • Cadavere lungo l'argine: il tragico gesto forse legato a problemi lavorativi

  • Dalle acque gelide emerge un cadavere: complesse le fasi dell'identificazione

  • Frontale tra due automobili: un'utilitaria finisce nel fossato, automobilista intrappolato

  • "L'alligatore", lunedì 27 iniziano le riprese della serie tv Rai: le vie e le piazze interessate

Torna su
PadovaOggi è in caricamento