Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Etra: nel 2016 la bolletta rifiuti scende del 3,5%

Il tutto è stato possibile grazie alle sinergie con gli altri player del settore, alla riduzione dell’evasione tariffaria e a tagli dei costi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Una riduzione del 3,5% della tariffa nel 2016. Apre l'anno con questa buona notizia Etra, la multitutility che offre il servizio di tariffazione rifiuti a 45 Comuni nelle provincie di Padova e Vicenza.

Lo ha annunciato oggi nel corso di una conferenza stampa che si è svolta nella sede Etra di Vigonza il Presidente del Consiglio di Gestione, Andrea Levorato, riportando le determinazioni prese nella seduta del Consiglio di Gestione che si è svolta ieri, 25 gennaio.

«Il Consiglio ha determinato la riduzione della tariffa rifiuti del 3,5% - ha spiegato Levorato - un risultato storico, senza precedenti per la nostra multiutility. In pratica verranno restituiti al territorio 1.750.000 euro. Il Sindaco di ogni Comune potrà decidere in piena autonomia se destinarli completamente alla riduzione della tariffa o se utilizzare una parte del risparmio non superiore all'1% per un fondo di solidarietà, che servirà ad abbattere le bollette per utenti indigenti, gestito dai Servizi sociali del Comune».

«Manteniamo così l'impegno preso dal Consiglio di Gestione e del Consiglio di Sorveglianza all'atto dell'insediamento - continua Levorato - di lavorare per ridurre il peso delle bollette su famiglie e imprese. Ringrazio i Sindaci dei Comuni soci rappresentati dal Consiglio di Sorveglianza presieduto da Cristiano Montagner - che ci hanno accompagnati in questo percorso, del quale hanno condiviso gli obiettivi. Etra è sempre più espressione del territorio e vuole rispondere alle esigenze del territorio».

La riduzione è stata possibile grazie ad un combinato di fattori, tra cui le sinergie con gli altri player del settore, la riduzione dell'evasione tariffaria e tagli dei costi.

In particolare, l'entrata in Rete Ambiente Veneto ha permesso di attivare economie di scala e sinergie che hanno prodotto sensibili contenimenti dei costi (significativo, per esempio, il risparmio nell'acquisto dei carburanti) che ci si aspetta continuino nei prossimi mesi. Da non dimenticare che la collaborazione con altre multiutility del settore permette di condividere impianti e tecnologie, che potranno creare ulteriori risparmi. «In quest'ambito, il Piano Industriale 2016 prevede un ruolo da protagonista di Etra nei processi sinergici con altre multiutility - commenta Levorato - con l'obiettivo di accelerare i processi di aggregazione sollecitati dalla normativa».

Per quanto riguarda il contenimento dell'evasione tariffaria, questa è stata ridotta al 3,5%, valore molto basso se paragonato a quello di aziende che svolgono gli stessi servizi. L'evasione era nel 2014 del 4% e la riduzione di mezzo punto percentuale si traduce monetariamente in circa 250 mila euro di entrate previste in più.

«Grande attenzione è stata posta anche al controllo di gestione, alle razionalizzazioni e ai risparmi di spesa, con il controllo dei costi operativi - continua - che ci hanno permesso, tra l'altro di portare il Conto del servizio idrico in pareggio, nonostante la previsione 2015 contemplasse una perdita».

Bollette in diminuzione ma investimenti in crescita: il territorio di Etra vedrà nel 2016 investimenti per quasi 40 milioni di Euro per il servizio idrico e 10 milioni nel settore ambiente.

Per il 2016 il Consiglio di Gestione ha dato per il servizio ambiente linee guida che prevedono il contenimento dei costi operativi, la progressiva dismissione dei servizi non remunerativi. «Verrà, inoltre, avviata un'azione riciesta dal Presidente Montagner diretta a premiare i Comuni virtuosi, per incentivare le Amministrazioni e gli utenti a migliorare i risultati della raccolta differenziata anche in vista dell'obiettivo previsto dalla Regione Veneto del 76% entro il 2020 - conclude Levorato - Inoltre, si provvederà all'omogeneizzazione dei servizi di raccolta rifiuti, oggi troppo frammentata. Obiettivo: ottenere ulteriori economie di scala che ci permetteranno di intervenire ancora sulle tariffe»

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Etra: nel 2016 la bolletta rifiuti scende del 3,5%

PadovaOggi è in caricamento