menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Evade domiciliari, è ancora fuori casa alla notifica arresto in carcere e picchia gli agenti

La settimana scorsa era stato sorpreso da un poliziotto, fuori dal servizio, mentre ordinava uno spritz in un bar, incurante della misura restrittiva. Il giudice aveva deciso l'aggravamento della pena. Nuovamente arrestato per evasione, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni

Evasore recidivo dai domiciliari, finisce in carcere e in contemporanea viene nuovamente arrestato.

LA PRIMA EVASIONE. È successo giovedì, in via Altichieri Da Zevio a Padova. Protagonista F.B., 63enne già noto alle cronache per essere stato scoperto, la scorsa settimana, da un poliziotto, fuori dal servizio, mentre ordinava uno spritz in un bar, incurante della misura restrittiva che gli era stata inflitta dal giudice dopo che aveva commesso la rapina di un orologio Bulgari all'interno di un appartamento lo scorso gennaio.

AGGREDISCE POLIZIOTTI. A fronte dell'evasione degli scorsi giorni, il giudice aveva deciso l'aggravamento della pena, decidendo di mandarlo in carcere. Giovedì, alla notifica della nuova misura, il 63enne non è stato trovato a casa dagli agenti che lo hanno atteso, fino a quando è rincasato in sella a una bicicletta. A questo punto, il recidivo si è scagliato contro i poliziotti, ferendone uno al braccio, procurandogli lesioni per una prognosi di cinque giorni. È stato quindi nuovamente arrestato per evasione, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento