Doppia evasione: non rientrano dal permesso, scattano le ricerche per due condannati

Protagonisti di due distinti episodi sono due uomini di origine moldava, entrambi rintracciati dopo essersi allontanati dalle abitazioni dove stavano scontando i domiciliari

Controlli serrati sul rispetto degli arresti domiciliari da parte dei carabinieri, con due uomini rintracciati e finiti nuovamente nei guai.

Inasprimento della pena

Per chi viene scoperto ad allontanarsi dal domicilio dove è recluso le pene sono severe e passano attraverso un nuovo arresto. Il reato contestato è l'evasione, perché violare la detenzione domiciliare è come evadere dal carcere. E come in carcere si possono avere dei permessi premio, come la possibilità di allontanarsi da casa per qualche ora in momenti prestabiliti e avallati dal giudice. Così non è stato per i due moldavi acciuffati per strada e arrestati rispettivamente a Rubano e Monselice.

Prima a Sarmeola

Il primo, il 24enne Mihail Eftene, è stato rintracciato dai carabinieri mercoledì sera. Il giovane era uscito come da accordi, ma non aveva fatto ritorno nell'abitazione di Sarmeola dove stava scontando la pena. I militari, andati a controllare proprio per verificare il rientro, hanno fatto scattare le ricerche terminate poche ore dopo con un nuovo arresto che si somma al precedente. Stavolta l'accusa è di evasione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poi a Monselice

Dello stesso reato deve rispondere il 41enne moldavo Andrei Odorin, anche lui irreperibile al momento del controllo nel suo appartamento di Monselice svolto giovedì. La ricerca è stata breve anche in questo caso, perché i carabinieri lo hanno trovato nel centro della cittadina. Arrestato, come il connazionale è stato riportato a casa e rimesso in regime di detenzione domiciliare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caccia senza licenza e in giorno di silenzio venatorio: denunciato 71enne

  • Live - Nuovo Dpcm in arrivo nel weekend: si va verso il coprifuoco

  • Coronavirus, Crisanti: «Siamo in un mare in tempesta. Secondo lockdown? Sarebbe inutile»

  • A piedi lungo la tangenziale, giovane viene investito all'alba: è grave

  • «Non ho la mascherina perché non riconosco la legge italiana»: scatta la multa di 400 euro

  • Incidente a Legnaro, investito un pedone sulle strisce: portato in ospedale con codice rosso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento