Cronaca

Lista Falciani, tra i conti svizzeri anche i nomi di 60 padovani

Fa discutere la nuova inchiesta del network "International consortium of investigative journalists", che porta alla luce i nomi di migliaia di clienti. Tra questi una sessantina gli imprenditori e professionisti locali

È il secondo capitolo delle indagini partite dalla famigerata "lista Falciani", l'elenco che era stato passato alle autorità competenti già nel 2010 da un ex dipendente della banca Hsbc. La nuova inchiesta del network giornalistico "International consortium of investigative journalists" ha portato alla luce i nomi dei clienti che negli anni hanno depositato oltre 100 miliardi di euro in Svizzera. Tanti i personaggi noti, perché la lista comprende 81.458 conti di 106.458 clienti di 200 Paesi: lo stilista Valentino, Flavio Briatore, Valentino Rossi, re Abdallah di Giordania, il re del Marocco Mohamed VI, Tina Turner, Diego Forlan, Fernando Alonso, Phil Collins.

60 A PADOVA. Tra i circa 7mila clienti italiani, 60 sarebbero i nomi dei padovani, come riportano i quotidiani locali, tra imprenditori e professionisti che operano nel capoluogo euganeo, le cui posizioni sono finite al vaglio della Guardia di Finanza. Indagini che però risultano arenate dopo che la Corte di Cassazione ha stabilito l’inutilizzabilità dei dati contenuti nella lista, a causa del metodo di acquisizione non conforme alle norme. La lista infatti è stata consegnata alla magistratura francese dopo esser stata trafugata da un tecnico informatico della filiale della Hsbc in Svizzera.

MILIARDI DI EURO. "Swissleaks" avrebbe scoperchiato un vasto sistema di evasione fiscale (tutto da dimostrare ancora) che sarebbe stato accettato e incoraggiato dalla britannica Hsbc, secondo gruppo bancario mondiale, attraverso la sua filiale svizzera: 180,6 miliardi di euro sarebbero transitati, a Ginevra, sui conti Hsbc di oltre 100mila clienti e di 20mila società offshore, fra il 9 novembre 2006 e il 31 marzo 2007. L’ex dipendente della banca Hervé Falciani aveva in passato consegnato alle autorità francesi una lista con circa 3mila nomi di evasori fiscali francesi. Le nuove rivelazioni riguarderebbero tutte le persone coinvolte dal sistema. Per numero di clienti (7.499) l’Italia è al quinto posto nella classifica dei Paesi che più hanno fatto ricorso ai servizi della Hsbc. Al primo posto c’è la Svizzera (11.235 clienti), seguita da Francia (9.187), Regno Unito (8.848) e Brasile (8.667).

SOCIETÀ FANTASMA. Dalla banca Hsbc arrivano le ammissioni di alcuni comportamenti irregolari da parte della filiale svizzera, ma sostengono che per molti anni dopo l’acquisto nel 1999 la Hsbc Private Bank di Ginevra è rimasta sostanzialmente indipendente all’interno del gruppo, e non vi erano controlli accurati. Secondo l'inchiesta, i funzionari della filiale svizzera Hsbc erano soliti contattare solo coloro che avevano patrimoni superiori a un minimo di un milione di euro, proponendo loro di far girare e nascondere il denaro attraverso società fantasma situate a Panama o alle Isole vergini britanniche. Il settimanale L'Espresso ha annunciato che venerdì prossimo pubblicherà un'inchiesta su tutti i nostri connazionali presenti negli elenchi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lista Falciani, tra i conti svizzeri anche i nomi di 60 padovani

PadovaOggi è in caricamento