Ex imprenditore suicida, Equitalia: "Elevato debito con lo Stato accumulato negli anni"

La società di riscossione interviente in merito al suicidio del padovano Renzo Menin, trovato morto questa mattina nelle acque del fiume Brentella

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

"Equitalia esprime cordoglio e vicinanza alla famiglia del signor Menin. Di fronte a un evento così drammatico avremmo preferito rimanere in un rispettoso silenzio, ma sentiamo il dovere di fare alcune precisazioni su quanto accaduto e riportato dalle Agenzie di stampa. Equitalia non ha inviato di recente al signor Menin cartelle di importo rilevante, come invece erroneamente riportato da alcuni organi di informazione. Il signor Menin aveva accumulato negli anni un debito elevato con lo Stato, come sommatoria di importi mai saldati. Proprio ieri si era recato presso gli uffici di Padova per esaminare la sua posizione e avere informazioni sulla rateizzazione. Oggi, invece, la tragica notizia".

Torna su
PadovaOggi è in caricamento