rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Cronaca Abano Terme

Tangentopoli delle Terme, spunta l'ipotesi di riciclaggio per l'ex moglie di Luca Claudio

L'ex consorte dell'ex sindaco di Abano e Montegrotto sarebbe la reale proprietaria della società che intascava le tangenti dell'ex primo cittadino, la Rls srl

Spunta un nuovo nome nell'inchiesta sulla cosiddetta "Tangentopoli delle Terme". È quello dell'ex moglie di Luca Claudio, ex sindaco di Montegrotto e poi di Abano Terme, in carcere dal 23 giugno scorso. I due sono separati dal 2008, tuttavia la donna sarebbe implicata da vicino nella vicenda, tanto da essere stata sentita dalla Guardia di Finanza e segnalata per il reato di riciclaggio.

L'EX MOGLIE DI CLAUDIO. A tirarla in ballo - come riportano i quotidiani locali - sarebbe stato Massimo Trevisan, con un paio di documenti relativi alla Rls srl - la società che incassava le tangenti dell'ex primo cittadino - che attesterebbero come lui, ufficialmente amministratore dell'azienda, in realtà non fosse altro che un prestanome.

I DOCUMENTI. Il primo documento, infatti, attesterebbe come la reale proprietaria della società fosse proprio l'ex moglie di Luca Claudio. Il secondo, invece, sarebbe un atto notarile, firmato dalla donna e da Trevisan, nel quale si stabilisce che gli eredi dei beni immobiliari della società siano esclusivamente i figli di Luca Claudio e dell'ex moglie.

AD APRILE 2015: SCOPPIA LA "TANGENTOPOLI DELLE TERME" - LUGLIO 2015: Finanza in società e a casa di Claudio - L'INCHIESTA SI AMPLIA: Dal verde ai grandi appalti - L'ASSESSORE DI MONTEGROTTO: "Sistema creato da Luca Claudio" - GIUGNO 2016: L'arresto di Luca Claudio - LUGLIO 2016: Nuovo filone d'inchiesta "Operazione bonifica"

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tangentopoli delle Terme, spunta l'ipotesi di riciclaggio per l'ex moglie di Luca Claudio

PadovaOggi è in caricamento