Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

"Talpe" da Padova a Verona, segreti di Expobici "scippati": l'inchiesta

Tre persone indagate per accesso abusivo ad un sistema informativo e rivelazione di segreto professionale. Avrebbero derubato la fiera padovana, razziando file e contatti a favore dell'ente fieristico veronese

Expobici "scippata" dalla Fiera di Verona. Non più solo un evento "scopiazzato" a livello commerciale. La vicenda avrebbe assunto, come riportano i quotidiani locali, i tratti di un vero e proprio "spionaggio", volto al "saccheggio" di contatti e dati importantissimi, tramite "talpe", passate da una manifestazione all'altra, ora indagate per accesso abusivo ad un sistema informativo e rivelazione di segreto professionale.

TRE INDAGATI. Tre persone sarebbero finite nel mirino del sostituto procuratore di Venezia, Francesca Crupi. L'ex amministratore delegato di Padovafiere, 49 anni, poi passato alla regia veronese, ma anche due responsabili commerciali, 40 e 37 anni, che si erano dimesse dall'ente fieristico padovano, passando anche loro "dall'altra parte".

PERQUISIZIONI. La polizia postale avrebbe perquisito le loro abitazioni e sequestrato computer e file, per accertare l'eventuale acquisizione di dati sensibili, "razziati" a Padova, per "travasare" le informazioni a favore dell'esposizione "copia" che si terrà a Verona dall'11 al 14 settembre, pochi giorni prima dell'evento padovano, dal 19 al 21 settembre.

PRESA DI POSIZIONE DEL SINDACO. Netta la presa di posizione del sindaco Massimo Bitonci: "E' stata accertata la condotta scorretta da parte di alcuni ex dipendenti di PadovaFiere. Ora la parola passa agli inquirenti, che valuteranno se vi siano anche rilievi penali in una vicenda di per sé penosa. Annuncio sin d'ora che il comune di Padova si costituirà parte civile, qualora si vada a processo. Il sistema fieristico veneto deve essere integrato e, come ha sempre sostenuto il presidente Zaia, avvalersi di una regia unica, con sede in Regione. Padova, Verona e Vicenza possono collaborare. Farsi la guerra non conviene a nessuno, le competenze vanno sviluppate laddove si sono formate, non scippate da qualche investitore scorretto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Talpe" da Padova a Verona, segreti di Expobici "scippati": l'inchiesta

PadovaOggi è in caricamento