menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lo striscione e i manifesti affissi nella notte dagli animalisti ai cancelli della scuola Giovanni XXIII

Lo striscione e i manifesti affissi nella notte dagli animalisti ai cancelli della scuola Giovanni XXIII

La fattoria va in scena a scuola: scatta il blitz degli animalisti

Questa notte i militanti di 100%animalisti hanno affisso striscioni e manifesti ai cancelli della scuola Giovanni XXIII che, assieme alle medie Pacinotti alla Stanga, hanno ospitato uno spettacolo per studenti con "attori" galline, mucche e maialini

La fattoria sbarca a scuola, con il suo seguito di galline, mucche e maialini per mostrare a bambini e ragazzi come sono fatti e vivono questi animali sempre più lontani dalla quotidianità dei più piccoli, in particolare se abitano in città. Lo spettacolo "educativo" di una compagnia itinerante è andato in scena nei giorni scorsi alle elementari Giovanni XXIII e alle medie Pacinotti alla Stanga.

IL BLITZ DEGLI ANIMALISTI. Non si è fatta attendere la reazione di Centopercentoanimalisti che, questa notte, ha affisso ai cancelli della scuola elementare manifesti e uno striscione diretto ai docenti e i genitori dei bambini. "Non esiteremo ad intervenire sul posto contestando con determinazione, nel caso questi spettacoli diseducativi venissero riproposti - anticipano i militanti dell'associazione - La fattoria non è la casa degli animali, la fattoria è il lager dove sono rinchiusi, costretti a riprodursi e a crescere con ritmi e metodi innaturali, fino ad essere uccisi per venir mangiati. Gli animali hanno la loro dignità, che dovrebbe essere rispettata: non sono fenomeni da baraccone o oggetti da esibire. Riteniamo che lo "spettacolo" messo in scena sia altamente diseducativo. I genitori e ancor più gli insegnanti ed educatori devono rifiutarsi di far partecipare i ragazzi ad eventi come questo".

scuola1-2TRASPORTO REGOLARE? Gli animalisti sollevano poi dubbi circa la regolarità del trasporto degli animali usati nello spettacolo. "Dubitiamo che sia stato l'allevatore - dichiarano - quindi questi figuranti sarebbero passibili di una multa salata, nel caso non fosse stata rispettata alla lettera la legge sul trasporto degli animali. Invitiamo l'Usl locale a fare i dovuti controlli".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento