rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Cronaca

Fecondazione assistita, a Padova test individua spermatozoi fertili

Il nuovo metodo è in grado di valutare la presenza di alterazioni strutturali del Dna spermatico e fornirebbe informazioni importanti sulle chances di successo dei trattamenti di procreazione artificiale

Aumentare l'efficacia della fecondazione assistita. Un obiettivo a cui punta il nuovo test in grado di valutare il Dna e i cromosomi degli spermatozoi, per individuare parametri predittivi di fertilità maschile, messo a punto dal Servizio per la patologia della riproduzione umana dell'Azienda universitaria di Padova diretta dal professor Carlo Foresta, in collaborazione con Andrea Garolla.

NUOVI SCENARI. Il gruppo di Padova ha individuato un nuovo metodo da applicare agli spermatozoi degli uomini infertili, denominato 'Istone H2AX', in grado di valutare la presenza di alterazioni strutturali del Dna spermatico. L'analisi dell'Istone H2AX è stata eseguita sui campioni seminali di 100 soggetti infertili candidati a tecniche di fecondazione assistita e si è rivelato l'unico test in grado di predire l'esito positivo rispetto a tutti gli altri metodi di valutazione spermatica finora conosciuti. Questo studio "apre nuovi scenari sulle metodiche di analisi del Dna degli spermatozoi nei soggetti infertili e fornisce informazioni importanti sulle chances di successo dei trattamenti di procreazione assistita", affermano i ricercatori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fecondazione assistita, a Padova test individua spermatozoi fertili

PadovaOggi è in caricamento