menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fegato “ripulito” dal tumore fuori dal corpo di una 38enne malata

Sensazionale intervento del professor Cillo e la sua equipe all'ospedale di Padova. 20 ore di sala operatoria per rimuovere l'organo dall'addome, operarlo "al banco" rimuovendo metastasi altrimenti inoperabili e reimpiantarlo nella paziente

Un intervento di chirurgia del fegato in tre fasi è stato eseguito a Padova su donna di 38 anni affetta da metastasi inoperabili con la chirurgia tradizionale. Nel corso dell’operazione di due giorni e durata complessivamente 20 ore è stato rimosso il fegato dall’addome della donna, operato “al banco”, fuori dal corpo, rimuovendo completamente la malattia e successivamente reimpiantato in addome. L’intervento è stato eseguito dal professor Umberto Cillo, direttore dell’unità operativa di Chirurgia epatobiliare e trapianto epatico dell’Azienda ospedaliera-Università di Padova e dalla sua equipe.

 

In particolare il fegato è stato prima rimosso dall’addome della giovane donna, avendo avuto cura di preservare le strutture vascolari. Con opportuni metodi di preservazione il fegato è stato posto in un contenitore ed è stato accuratamente “ripulito” dal tumore che lo interessava in maniera diffusa. L’eradicazione della neoplasia ha richiesto la ricostruzione di vitali strutture vascolari del fegato con l’ausilio di tecniche di microchirurgia vascolare utilizzando un segmento di vena prelevata da donatore cadavere. Al termine di questa delicatissima fase, durata sei ore e mezza, il fegato è stato reimpiantato in addome con il confezionamento di collegamenti vascolari e biliari. La ricostruzione delle vie biliari ha richiesto un secondo intervento chirurgico.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento