menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anniversario della fondazione dell'Arma dei carabinieri, La Gala: "Sempre vicini ai deboli"

Mercoledì 6 giugno si festeggerà il 204esimo anniversario: alla caserma Codotto e Maronese è stata presentata la celebrazione. Reati in calo del 13%, 9mila denunce e 1.200 arresti

In occasione del 204esimo anniversario della fondazione dell’Arma dei carabinieri, nella sede del Comando Legione Carabinieri Veneto, caserma Codotto e Maronese, il comandante Generale di Brigata Giuseppe La Gala, accompagnato dal comandante provinciale Oreste Liporace, ha presentato le celebrazioni in programma mercoledì 6 giugno, alle ore 18, con una cerimonia militare. Per l'occasione è stata allestita anche la mostra "Carabinieri, tra immaginario e cronaca", con cimeli e oggetti della storia dell'Arma.

Il calo dei reati

Il dato positivo in Veneto è sancito da un calo del 13% per quanto riguarda i reati. Soddisfatto il comandante La Gala: "I reati predatori sono in costante decrescita, con un trend che prosegue ormai da due anni. Siamo molto contenti di dare una sicurezza non solo sostanziale, ma anche percepita concretamente dai cittadini".

I numeri

I dati regionali parlano di circa 9mila denunce e 1.200 arresti in Veneto nell'ultimo anno: al 112 sono arrivate circa 100mila richieste di tutti i tipi riguardanti la sicurezza pubblica. Nel Padovano ci sono 50 comandi di stazione in provincia a coprire 80 comuni, oltre a 5 compagnie. 4 gli uffici aperti 24 ore su 24. Il lavoro dei carabinieri si concentra in particolare sulle aree di degrado nelle zone di periferia, tra cui Limena, Pionca, l'Arcella, la stazione ferroviaria e Abano Terme. Più di 8mila le perlustrazioni. Tra i dati più interessanti, un incremento degli incidenti causati dalla guida stato di ebbrezza: 178 le patenti ritirate, 1.537 le contravvenzioni.

La tutela dei più deboli

Se i reati classici come i furti in abitazione sono in calo, purtroppo aumentano invece le truffe, ambito sul quale i carabinieri sono strenuamente impegnati nell'ultimo periodo. "Le truffe vanno a colpire soprattutto le fasce deboli, in primis gli anziani. Per questo il nostro lavoro è concentrato nella protezione dei soggetti più a rischio. Nell'ultimo anno ci sono stati i primi risultati confortanti, speriamo di riuscire a sconfiggere del tutto le organizzazioni che approfittano in modo subdolo dei più deboli", prosegue La Gala.

La vicinanza ai cittadini

Nella lotta ai raggiri si inserisce anche il metodo "porta a porta" adottato recentemente, che prevede la presenza dei militari a diretto contatto con le possibili vittime dei malintenzionati per instaurare un rapporto di fiducia diretto tra l'Arma e i cittadini, come da tradizione. Il comandante si dice entusiasta anche dell'apprezzamento ricevuto dai sindaci, che grazie alla capillare presenza dei carabinieri sul territorio garantiscono una sicurezza maggiore a tutta la popolazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento