rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca Loreggia

Centinaia di ragazzi ballano fino a notte fonde in un locale dell'Alta: festa abusiva fermata dalla polizia

Gli agenti in incognito hanno accertato e registrato l'organizzazione e lo svolgimento di un affollato party, organizzato attraverso i social, in spregio a tutte le normative anti-Covid e senza le necessarie licenze

Discoteca clandestina e balli proibiti fino oltre la mezzanotte in un bar di Loreggia: l'attività abusiva è stata scoperta dagli agenti della polizia locale della Federazione dei Comuni del Camposampierese che si sono imbucati da infiltrati ad una festa a cui hanno partecipato oltre 200 persone, tutte giovanissime.

I fatti

Gli agenti in incognito hanno accertato e registrato l'organizzazione e lo svolgimento di un affollato party, organizzato attraverso i social, in spregio a tutte le normative anti-Covid e senza le necessarie licenze. Sotto un'ampia tettoia era stata allestita una vera e propria pista da ballo, con tanto di consolle per il dj e luci stroboscopiche. Tutta la recinzione era stata oscurata, in modo che dall'esterno non si potessero vedere quanto succedeva sotto la tettoia. L'organizzazione di queste feste è andata avanti per qualche settimana, e al comando di Camposampiero erano arrivate diverse lamentele da parte dei vicini per la musica alta e gli schiamazzi dei giovani fino a notte inoltrata. Questa volta il comandante Paolocci è riuscito però ad infiltrare all'interno del locale degli agenti in borghese: dopo aver documentato la festa abusiva, hanno allertato due volanti che erano pronte poco lontano e che si sono piombate sul posto. Il titolare ha fatto in tempo a interrompere la festa, cercando subito di minimizzare il fatto agli agenti in divisa intervenuti: a suo dire si trattava solo di qualche ragazzo che ballava, ma poi, messo davanti all'evidenza delle immagini registrate dagli agenti in borghese durante la festa, non ha potuto che ammettere che la situazione durante la serata gli era sfuggita di mano. Gli agenti hanno anche accertato il totale disprezzo delle normative Covid: i clienti entravano ed uscivano senza nessun controllo né sui Green Pass né sul corretto uso della mascherina, che ricordiamo è obbligatoria per chi accede ai locali interni. Lo stesso personale del bar spesso non indossava correttamente la mascherina. Infine al titolare è stata contestata anche la violazione del regolamento di Polizia Urbana che vieta, salve specifiche autorizzazioni, la diffusione della musica fuori dai locali pubblici oltre le ore 23. In caso venissero scoperte nuove feste abusive, il locale rischia la chiusura. Durante i controlli gli operatori della Polizia Locale sono dovuti anche intervenire per sedare una piccola rissa scoppiata per futili motivi all'interno del bar tra due gruppi di ragazzi, alcuni in preda ai fumi dell'alcol

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centinaia di ragazzi ballano fino a notte fonde in un locale dell'Alta: festa abusiva fermata dalla polizia

PadovaOggi è in caricamento