menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Un nuovo statuto per i lavoratori" La proposta di Landini da Padova

L'iniziativa lanciata, a margine dell'assemblea regionale dei delegati Fiom del Veneto, dal segretario generale: "Tutto per fare estendere per davvero i principi della nostra Costituzione anche nei luoghi di lavoro"

"Un nuovo statuto dei lavoratori che davvero estenda le tutele e i diritti a tutti". È la proposta lanciata da Padova dal segretario generale Fiom Maurizio Landini a margine dell'assemblea regionale dei delegati Fiom del Veneto. 

"UN NUOVO STATUTO DEI LAVORATORI". "Non possiamo accettare la competizione tra i lavoratori che c'è adesso - ha detto Landini - per questo abbiamo intenzione di proseguire la nostra iniziativa di mobilitazione presentando questa proposta, raccogliendo firme, facendo una consultazione straordinaria di tutti i lavoratori e se necessario arrivando a referendum abrogativi di leggi assurde. Tutto per fare estendere per davvero i principi della nostra Costituzione anche nei luoghi di lavoro".

"SCELTE SBAGLIATE". Il segretario generale Fiom, parlando di "jobs act", accusa il governo di Matteo Renzi di non avere discusso con i sindacati e di essersi limitato a seguire le indicazioni di austerity della Bce "che hanno creato 25 milioni di disoccupati in Europa": "Credo che oggi si confermeranno quelle scelte sbagliate che rendono possibili e più facili i licenziamenti e che non cancellano la precarietà - ha concluso - siamo in presenza di una riforma che non migliora le condizioni di chi ha bisogno di lavorare".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento