Tentato suicidio dopo lo stupro, Zanonato: “Insicurezza colpa del Governo”

Il sindaco del centrosinistra di Padova interviene sul grave fatto di violenza e disperazione delle due minori che hanno tentato il suicidio dopo aver subito le violenze sessuali e lo stupro da parte di uno spacciatore ai giardini dell'Arena

“Desidero ringraziare i carabinieri che sono intervenuti per soccorre le ragazze vittime di un malvivente tunisino che ha perpetrato un'inaccettabile violenza nei loro confronti e che è già stato assicurato alla giustizia”. Così esordisce Flavio Zanonato, sindaco di Padova esponente del Partito democratico, in merito al grave fatto di violenza e disperazione delle due minori che hanno tentato il suicidio dopo aver subito le violenze sessuali e lo stupro da parte di uno spacciatore ai giardini dell'Arena di Padova.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

FORZE DELL'ORDINE EFFICIENTI. “Quanto avvenuto dimostra da una parte l'efficienza con cui le forze dell'ordine stanno contrastando la criminalità in città - ha sottolineato il primo cittadino ricordando il tempestivo intervento dei carabinieri nel Norm di Padova che hanno tratto in salvo le due minori quando avevano già i polsi tagliati - non lasciando impunito chi si macchia di reati odiosi, dall'altra conferma la superficialità con cui il ministero degli Interni ha gestito l'emergenza sbarchi dal Nord Africa, riconoscendo senza alcun controllo permessi di soggiorno a soggetti che stanno creando molti problemi nelle nostre realtà urbane”.

NECESSARIA NUOVA POLITICA DEL GOVERNO PER LA SICUREZZA. “Mi auguro – conclude Zanonato richiamando ancora una volta le responsabilità della polizia nazionale - che il prossimo Governo inauguri una politica rigorosa e realistica sul tema della sicurezza, che fino ad oggi è stato affrontato solo con le armi della propaganda e non con azioni concrete. È necessario rendere effettive le espulsioni, mettere polizia e carabinieri nelle condizioni di svolgere al meglio il loro lavoro, senza dunque con i tagli indiscriminati al comparto sicurezza, garantire la certezza della pena per chi delinque”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Siamo tornati da rischio basso a rischio elevato, lunedì inaspriamo le regole»

  • Scontro auto moto lungo la Romea: i veicoli prendono fuoco, morto il centauro

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Live - Aumenta l'indice di contagiosità, botta e risposta Zaia-Crisanti

  • Live - Coronavirus, un nuovo decesso all'ospedale di Padova

Torna su
PadovaOggi è in caricamento