rotate-mobile
Cronaca

Grave il direttore dell'Ulss di Padova Rao: prognosi riservata dopo l'infarto

Il malore ieri mattina mentre accompagnava la figlia all'aeroporto. Corsa contro il tempo per il ricovero e l'intervento chirurgico d'urgenza. In coma farmacologico, resta in prognosi riservata

Dopo essere uscito dalla sua casa a San Giorgio delle Pertiche, stava accompagnando la figlia all'aeroporto di Venezia quando ha iniziato ad accusare un primo malessere. Dolore al petto e sudori freddi.

L'INFARTO. È cominciata così, ieri mattina, la corsa contro il tempo per il direttore generale dell'Ulss 16 di Padova, Fortunato Rao, 66 anni, colpito da infarto al miocardio acuto e attualmente ricoverato in gravi condizioni nell'Unità di Cura intensiva coronarica dell'azienda ospedaliera.

L'INTERVENTO. Accompagnato dalla moglie dapprima al più vicino ospedale di Camposampiero, dato l'aggravarsi della situazione, il dirigente è stato trasferito al Sant’Antonio, a Padova, dove è stato intubato, trattato con Ecmo per la circolazione artificiale del sangue e sottoposto ad un intervento di angioplastica primaria dall’équipe del numero uno della Cardiochirurgia padovana del Centro Gallucci, Gino Gerosa.


LA PROGNOSI RISERVATA. Per il direttore, in stato di coma farmacologico, la prognosi resta riservata in quanto ai medici servirà ancora qualche giorno per stabilire gli eventuali danni arrecati al cuore dall'ischemia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grave il direttore dell'Ulss di Padova Rao: prognosi riservata dopo l'infarto

PadovaOggi è in caricamento