menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Foto hard in cambio di ricariche telefoniche: pedofilo arrestato

In carcere Gian Paolo S., 48enne sardo. Vittima una 14enne padovana di Monselice, che al rifiuto di continuare lo squallido scambio è stata ricattata e i suoi scatti sono stati divulgati ad altri

I reati contestati sono pornografia minorile e tentata estorsione, continuati ed aggravati. I fatti, interamente avvenuti in provincia di Padova, si riferiscono al periodo tra il gennaio e il marzo del 2008. L'epilogo della vicenda risale però a ieri mattina, quando i carabinieri di Bono, Sassari, hanno arrestato l'autore in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Padova.

FOTO HARD IN CAMBIO DI RICARICHE. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, Gian Paolo S., operaio 48enne sardo, costringeva una studentessa di 14 anni di Monselice a inviargli dal proprio cellulare mms che la ritraevano in atteggiamenti pornografici in cambio di ricariche telefoniche. Uno squallido gioco andato avanti per alcuni mesi fino a quando la giovane si é rifiutata di proseguire. Per tutta risposta l'uomo ha iniziato a ricattarla, minacciando di trasmettere le foto in suo possesso ad altri studenti, cosa che poi si è verificata dopo il netto rifiuto opposto dalla minorenne. Dall'ottobre 2010 ai primi giorni di questo mese, Gian Paolo Satta è stato detenuto in un carcere svizzero per espiare una pena per una violenza sessuale compiuta nel territorio elvetico. L'uomo è ora rinchiuso nel carcere di Nuoro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento