Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Fotografia: nove mostre ospitate nei principali spazi espositivi della città

Con l’apertura della prima edizione di Photo Open Up, Festival Internazionale di Fotografia  (dal 21 settembre al 27 ottobre) Padova entra nel circuito nazionale delle manifestazioni di fotografia

Con l’apertura della prima edizione di Photo Open Up, Festival Internazionale di Fotografia  (dal 21 settembre al 27 ottobre)  Padova entra nel circuito nazionale delle manifestazioni di fotografia. Ideato e prodotto da Comune di Padova, Assessorato alla Cultura e Arcadia Arte, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e la direzione artistica di Carlo Sala, critico d’arte, curatore e docente al Master in Photography dell’Università IUAV di Venezia, il Festival, che ha cadenza annuale, si rivolge sia al grande pubblico che al mondo degli appassionati e degli operatori della fotografia italiani e stranieri.

Nove mostre

Nove le mostre principali ospitate nei principali spazi espositivi della città, ma anche cinque workshop di fotografia, letture portfolio, quattro incontri con l’autore, la proiezione di tre film dedicati ad altrettanti maestri della fotografia all’MPX Cinema (Robert Frank, Vivian Maier e Robert Doisneau) una performance teatrale, vari eventi, tra i quali una visita guidata  alle botteghe storiche della città in continuità con la mostra “Dietro il banco, luoghi di civiltà quotidiana” animeranno le cinque settimane del Festival, che vuole coinvolgere tutta città attorno ad uno dei linguaggi più immediati ed universali oggi al centro della comunicazione globale. A questo proposito sono ben trenta le mostre FuoriFestival allestite in città e nei quartieri a conferma del grande coinvolgimento del mondo fotografico padovano nell’iniziativa. Tra queste merita una citazione per la sua particolarità la mostra  “Stories of the Streets”  alla libreria Zabarella; le foto esposte sono state realizzate da sette senza dimora padovani che  hanno raccontato in maniera totalmente libere e indipendente il proprio punto di vista sulla città.  Le immagini esposte saranno in vendita e il ricavato andrà agli autori, che così potranno vedere riconosciuto il valore del loro lavoro fotografico.

Weekend inaugurale

Sabato 21 e domenica 22 settembre le mostre del circuito principale del festival saranno presentate al pubblico in una serie di Opening con gli autori, il curatore e alcuni importanti ospiti.     Senza nulla togliere agli altri protagonisti del Festival, sottolineiamo la presenza, sabato 21 settembre, all’opening della mostra Io l’altro (e l’altrove) al museo degli Eremitani del collezionista  Mario Trevisan che ha messo a disposizione la maggior parte delle foto esposte provenienti dalla sua straordinaria collezione, e nel pomeriggio dello stesso giorno la partecipazione di Giovanna Calvenzi e  Paolo Mussat Sartor all’opening della mostra  “Cattedrali industriali” al Palazzo del Monte di Pietà. Domenica 22, la mattina, l’artista Kenuske Koike illustrerà la sua mostra “Tutte le immagini dormono”, mentre nel pomeriggio è imperdibile, alle 16, alla Galleria Cavour l’incontro con Grazia Neri, fondatrice della omonima agenzia fotografica e certamente una delle figure più importanti della fotografia italiana della seconda metà del 900.   Con lei si potrà visitare la mostra  “Un paese di dialoghi e conflitti”,  l’Italia vista dai fotografi dell’ Agenzia Grazia Neri.

1. Io l'altro e l'altrove(2)-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fotografia: nove mostre ospitate nei principali spazi espositivi della città

PadovaOggi è in caricamento