menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Castello Cini a Monselice

Castello Cini a Monselice

Frane alla Rocca di Monselice, fondi regionali per Castello Cini

Il complesso architettonico, di proprietà della Regione, sarà interessato da lavori urgenti per salvaguardarlo dopo i gravi dissesti geologici degli ultimi mesi. Stanziati 610mila euro dal Fondo di riserva per le spese impreviste

Ai 550mila euro già autorizzati d'urgenza per la messa in sicurezza delle aree interessate dalle frane sul fronte nordest del colle della Rocca a Monselice, dove delle abitazioni sono state sgomberate, la giunta regionale del Veneto ha destinato - approvando una variazione al bilancio di previsione 2013 - ulteriori 610mila euro del fondo di riserva per le spese impreviste per intervenire altrettanto urgentemente con lavori sul complesso architettonico denominato Castello Cini ai piedi del colle e di proprietà regionale.

A MARZO: LA REGIONE DICHIARA LO STATO DI CRISI

PATRIMONIO DA SALVAGUARDARE. La necessità di intervento è stata sollecitata dalla stessa amministrazione comunale a seguito dei ripetuti e gravi dissesti geologici verificatesi negli ultimi mesi. "Si tratta infatti di un patrimonio di inestimabile valore non solo per la comunità locale ma per tutto il Veneto”, ha sottolineato il vicepresidente e assessore agli Affari generali e al demanio Marino Zorzato.

LA STORIA. Il complesso architettonico raggruppa in sé diverse tipologie di edifici. Nel 1935 la proprietà era passata per via ereditaria al Conte Vittorio Cini che, attraverso un’accurata ricerca d’oggetti d’arredamento (mobili, dipinti, tappeti, arazzi, ceramiche, strumenti musicali e stoffe) e di armi, ha ricreato all’interno del castello l’antica atmosfera medievale e rinascimentale che ancor oggi accoglie i visitatori nelle sale residenziali e nella vasta armeria. Dal 1981 il complesso è passato in proprietà alla Regione, divenendo museo regionale congiuntamente all’Antiquarium longobardo e al Mastio federiciano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento