menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Balestra

Balestra

Scocca frecce contro i forconi e poi esibisce patente "de le Venetie"

Protagonista a Cittadella un 52enne venetista residente a San Martino di Lupari che nella notte tra giovedì e venerdì ha ben pensato di dilettarsi con il tiro a segno al presidio dei manifestanti che hanno chiamto il 112

Balestra alla mano, si è messo a scagliare frecce mirando ad alcuni bancali impilati a fianco al tendone del presidio dei forconi di Cittadella. Protagonista un 52enne venetista di san Martino di Lupari che nella notte fra giovedì e venerdì ha ben pensato di passare il suo tempo a fare il tiro a segno nell'area occupata dal movimento sulla 53 Postumia, e si è beccato una denuncia a piede libero per porto abusivo di oggetti atti ad offedere.

AI CARABINIERI ESIBISCE PATENTE VENETISTA. Invitato ad allontanarsi, l'uomo ha fatto spallucce continuando a scagliare dardi mentre i manifestanti, a questo punto spaventati, hanno chiamato i carabinieri. Giunti sul posto, i militari hanno trovato il 52enne senza l'arma, gli hanno chiesto i documenti e si sono visti esibire la patente dello "Stato de le Venetie". Solo dopo alcuni minuti di "trattativa" sono riusciti ad ottenere un documento valido.

LE ARMI IN AUTO. Poi da parte della pattuglia Radiomobile è scattata la perquisizione. Nell'auto del venetista c'era la balestra usata poco prima con 8 frecce e una seconda in legno artigianale dotate anch'essa di dardi. Nel bagagliaio anche un "nunchaku", arma di origine giapponese costituita da due bastoni uniti mediante una catena.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento