rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Cronaca

Frode Iva per 2,2 milioni di euro Denunciate società abbigliamento

Smascherate dall'Ufficio delle Dogane di Padova e Rovigo, avevano costituito un indebito credito, tramite false dichiarazioni dei redditi relative a fittizie cessioni verso società comunitarie inesistenti o inattive

Truffa ai danni dello Stato e violazione delle leggi in materia di imposte sui redditi e sul valore aggiunto. Sono i reati di cui dovranno rispondere davanti all'autorità giudiziaria i rappresentanti legali di un gruppo di società operanti nel settore del commercio all'ingrosso di prodotti di abbigliamento, accusate di una frode dell'Iva intracomunitaria per oltre 2 milioni e 200mila euro.

FINTO CREDITO IVA PER EVADERE ALTRE IMPOSTE. A portare allo scoperto il florido raggiro sono stati i funzionari dell'Ufficio delle Dogane di Padova e i colleghi della sezione operativa territoriale di Rovigo. Le società, collegate tra loro in diversi modi, avevano costituito un indebito credito Iva, attraverso la presentazione di false dichiarazioni dei redditi relative a fittizie cessioni verso società comunitarie inesistenti o inattive. Un credito che permetteva loro di evitare il versamento di altre imposte, quali i contributi previdenziali obbligatori dei dipendenti nonchè le imposte sul reddito d'impresa, perchè compensate in modo illegittimo. I controlli, effettuati attraverso la documentazione acquisita nelle sedi delle ditte, e le indagini svolte a livello comunitario, hanno permesso di accertare l'assoluta mancanza dei requisiti previsti dalla legge per l'applicazione del regime fiscale agevolato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frode Iva per 2,2 milioni di euro Denunciate società abbigliamento

PadovaOggi è in caricamento