Frutta e verdura a km 0 ai campiscuola della parrocchia

Gli agricoltori di Coldiretti – Campagna Amica Padova riforniscono di tipicità del territorio la comunità di Saccolongo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Frutta e verdura fresca e di stagione, tipicità padovane a “km zero”, consegnate e garantite dagli agricoltori di Coldiretti  - Campagna Amica Padova sulle tavola dei campiscuola parrocchiali. I ragazzi che hanno partecipando ai campiscuola della parrocchia di Santa Maria Assunta di Saccolongo si sono trovati a pranzo, cena e merenda gli ortaggi e la frutta padovana, fresca e dalla qualità garantita dai produttori. Ogni settimana gli agricoltori dell’Agrimercato delle Terre del Santo, gli stessi che quasi ogni giorno partecipano ai mercati agricoli di Coldiretti Campagna Amica Padova nella nostra provincia con i prodotti a “km zero”, per alcune settimane hanno consegnato in parrocchia la merce da destinare ai campiscuola. Si tratta di ortofrutta di stagione, selezionata con cura: meloni, cocomeri, lattughe, pesche, zucchine, patate, cipolle, cavoli, pere, melanzane, peperoni, pomodori e molto altro ancora, in base alla disponibilità di ogni azienda.

Così la frutta e la verdura “made in Padova” sono partite alla volta del Passo del Tonale, dove la parrocchia ha tenuto i campiscuola per oltre 150 ragazzi. E’ il risultato della collaborazione fra la parrocchia di Saccolongo e Coldiretti Padova che, tramite le aziende di Campagna Amica, ha messo a disposizione prodotti del territorio, freschi e sani, ad un prezzo particolarmente conveniente, ancora più basso di quello scontato del 30 per cento sulla media giornaliera, già applicato a tutti i mercati agricoli di Coldiretti. Il parroco di Saccolongo Don Paolo ha raggiunto l’accordo direttamente con i produttori per garantire ai ragazzi dei campiscuola, oltre alla formazione e al divertimento in montagna, anche dei pasti sani ed equilibrati, con la migliore ortofrutta padovana, firmata dagli stessi agricoltori.

“E’ un ulteriore e significativo passo avanti del nostro progetto di filiera agricola in cui gli agricoltori assumono un ruolo da protagonisti. – afferma Marco Calaon, presidente di Coldiretti Padova – La nostra agricoltura è in grado di dare delle risposte concrete alle richieste delle migliaia di consumatori che ogni settimana fanno acquisti nei nostri mercati ma anche ad altre necessità, come la fornitura di prodotti per comunità, mense pubbliche e private. Il “made in Padova” agroalimentare è una risorsa che in ogni stagione offre prodotti d’eccellenza e di qualità. Accordi come questo raggiunto con la Parrocchia di Saccolongo, che ringraziamo per la sensibilità, rappresentano anche un’utile integrazione al reddito dei nostri agricoltori che possono contare su un’adeguata remunerazione per il frutto del loro lavoro. Inoltre i nostri ragazzi possono trovare a tavola frutta e verdura di qualità e dall’origine garantita, tutta un’altra cosa rispetto ai prodotti anonimi e di dubbia provenienza che invadono il nostro mercato”.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento