rotate-mobile
Cronaca Sant'Urbano

In cucina per preparare la colazione, esplode una villetta: muore una donna, feriti il marito e i due figli

Nulla da fare per la mamma 36enne. Nessuno dei due bambini è grave e potrebbero essere dimessi a breve, mentre il padre ha ferite lievi alle gambe. La donna questa mattina sarebbe scesa per preparare la colazione, ma l'accensione dell'interruttore della luce avrebbe poi causato l'esplosione

Esplode un'abitazione: morta una donna, feriti il marito e i due figli. Dalle 7:40 di oggi, domenica 26 marzo, i vigili del fuoco hanno operato in Via Gorghi, a Sant’Urbano, per un’esplosione avvenuta all'interno di una villetta. Esplosione che ha poi provocato un incendio e probabilmente dovuta ad un fuga di gas. Gravissimo il bilancio: morta la mamma 36enne, mentre due bambini e il papà sono rimansti feriti.

La dinamica

La donna si trovava al piano terra, dove è avvenuta l'espolosione, mentre il padre e i figli erano al piano superiore, da cui poi sono riusciti ad uscire autonomamente prima dell'arrivo dei soccorsi anche grazie all'aiuto del fratello dell'uomo, che abita a pochi metri. Da una prima ricostruzione, sembra che la donna questa mattina sia andata in cucina per preparare la colazione, ma l'accensione dell'interruttore avrebbe causato l'esplosione (non è esclusa neanche il coinvolgimento di una stufa a pellet). Sembra che la villetta fosse piena di gas, probabilmente per la perdita da un tubo in una centralina interrata. Mentre una prima ipotesi, quella dell'esplosione del piano cottura, sarebbe stata scartata per la presenza di sistemi automatici all'interno della cucina.

I fatti

All’arrivo dei vigili del fuoco accorsi da Este, Rovigo e Padova, il papà con i due bambini di 3 e 9 anni (da compiere tra uno e due mesi) si trovava già fuori dall’abitazione. I vigili del fuoco hanno iniziato le operazioni di spegnimento, mentre altri operatori dotati di autorespiratore sono entrati all’interno dell’abitazione, ritrovando la donna senza vita. Purtroppo, nonostante i soccorsi e i tentativi di rianimazione, il medico ha dovuto dichiarane la morte. Si chiamava Alina Crenicean, aveva 36 anni e lavorava alla panetteria Morato di Villa Estense. I bambini e il papà (M.N., di nazionalità italiana, 50enne dipendente della Isoclima) sono stati stabilizzati dal personale sanitario del Suem. Uno dei minori (la bambina di 9 anni) è stata trasportata in ospedale e in condizioni più serie a Schiavonia, mentre gli altri due portati in elicottero con ferite più lievi all'ospedale di Padova. I due bambini potrebbero già essere dimessi a breve, mentre il padre ha delle ferite alla gambe che necessitano ancora del ricovero. Serissimi i danni all’abitazione con alcuni muri perimetrali abbattuti. Sono ora in corso le operazioni di bonifica e gli accertamenti per determinare le cause dell’esplosione.

Il sindaco Fiocco

Sul posto da questa mattina anche il sindaco, Dionisio Fiocco: «Ci siamo trovati di fronte a una tragedia incredibile. La casa è completamente devastata e il muro a nord dell'edificio completamente ribaltato. E' una cosa pazzesca, in vita mia non ho mai visto una cosa del genere. Sembra che ci sia stata una fuga di gas gpl, perché la famiglia non era allacciata alla rete del metano. Quando la signora si è alzata ha acceso un interruttore della corrente o il piano cottura per il caffé ed è partita questa esplosione che l'ha uccisa sul colpo. Siamo tutti sconvolti. Sul posto è arrivato quasi subito il fratello, che ha aiutato il marito e i figli. Tutta la comunità è profondamente scossa ed è in lutto. Porgiamo le condoglianze alla famiglia e preghiamo per loro»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In cucina per preparare la colazione, esplode una villetta: muore una donna, feriti il marito e i due figli

PadovaOggi è in caricamento