rotate-mobile
Cronaca Villanova di Camposampiero

Causa un incidente stradale e scappa: identificato e denunciato

Dopo aver causato l'incidente per non avere dato la precedenza in fase di svolta ad un altro veicolo proveniente dalla direzione opposta, tagliandogli la strada, l'uomo aveva fatto perdere le proprie tracce allontanandosi velocemente

È stato rintracciato il pirata della strada che ha tagliato la corda dopo essere stato coinvolto in un sinistro stradale al semaforo della centralissima via Caltana a Villanova di Camposampiero: si tratta di un 33enne di origini siciliane.

I fatti

Dopo aver causato l'incidente per non avere dato la precedenza in fase di svolta ad un altro veicolo proveniente dalla direzione opposta, tagliandogli la strada, l'uomo aveva infatti fatto perdere le proprie tracce allontanandosi velocemente. L'altro veicolo coinvolto nel sinistro stradale nel tentativo di evitare l'impatto era uscito di strada, riportando per fortuna solo dei lievi danni alla carrozzeria e delle ferite giudicate guaribili in pochi giorni. È stato grazie alle telecamere di sorveglianza e alla testimonianze raccolte che l’uomo è stato identificato dalla polizia locale della Federazione dei Comuni del Camposampierese. L'impianto di videosorveglianza posizionato proprio all'incrocio aveva ripreso infatti tutta la scena, inquadrando con chiarezza anche la targa del veicolo in fuga, risultato poi intestato ad una donna residente a Messina. Incrociando i dati con i varchi elettronici di lettura targhe disposti nei 10 comuni della Federazione, annotando tutti i passaggi del veicolo fuggitivo delle ultime settimane gli agenti del Comandante Paolocci sono riusciti a ricostruire i suoi spostamenti giornalieri. Così è scattata la trappola: una pattuglia ha effettuato un posto di controllo nei pressi di uno dei varchi dove l'auto fuggitiva era solita transitare sempre all'incirca alla stessa ora. Il veicolo è stato così fermato e il conducente identificato: si trattava del figlio della proprietaria dell'auto, anche lui residente a Messina ma attualmente trasferitosi nel Padovano per motivi di lavoro. In un primo momento l'uomo ha negato ogni responsabilità, dichiarando di non essere stato lui alla guida del veicolo il giorno dell'incidente, senza però riuscire ad indicare chi potesse essere alla guida. Messo alle strette ed inchiodato dalle immagini, si è successivamente presentato di nuovo negli uffici della polizia locale ammettendo di essere stato effettivamente lui a causare il sinistro, evitando così conseguenze peggiori per la sua posizione. Ora il messinese è indagato per il reato di fuga in caso di sinistro stradale con feriti. Infatti quando il conducente di un veicolo coinvolto in un incidente viola l’obbligo di fermarsi e si allontana dal luogo del sinistro rischia la pena della reclusione da 6 mesi a 3 anni e la sospensione della patente di guida da 1 a 3 anni. Nei casi più gravi è possibile l’arresto facoltativo in flagranza del trasgressore da parte delle forze di polizia.

Polizia locale

Il comandante Paolocci dichiara soddisfatto “Da quando abbiamo implementato il sistema di videosorveglianza abbiamo già risolto decine di casi, tra abbandono di rifiuti, sinistri con veicoli datisi alla fuga, danneggiamenti al patrimonio pubblico o furti. Abbiamo creato una centrale operativa 2.0 con tecnologie di ultima generazione, sfruttando collegamenti in fibra ottica e telecamere ad alta definizione anche con visione notturna, integrata da sistemi automatici di lettura targhe che sfruttano l'intelligenza artificiale, diventando un punto di riferimento anche per le altre Forze dell'Ordine che quotidianamente accedono ai nostri dati. Un tecnico informatico, assunto dalla Federazione, segue a tempo pieno tutta l'infrastruttura, che verrà ulteriormente potenziata nei prossimi mesi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Causa un incidente stradale e scappa: identificato e denunciato

PadovaOggi è in caricamento