menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una veduta di Pontelongo dall'argine

Una veduta di Pontelongo dall'argine

Un anno fa la fuga a Pontelongo, a gennaio il processo per l'omicidio

Secondo l'accusa avrebbe ucciso la convivente con un ferro da stiro. Paolo Z., 52enne di origini padovane sarà processato per l'omicidio avvenuto il 5 ottobre scorso nel Milanese. Era fuggito passando per il "Bar Milù"

Il processo si aprirà il 31 gennaio, giorno in cui è stata fissata la prima udienza davanti alla Corte d'assise di Milano. Rinviato a giudizio con l'accusa di omicidio volontario aggravato dalle sevizie, Paolo Z., 52enne originario del Padovano, avrebbe ucciso nel Milanese un anno fa la 55enne Petronilla Sanfilippo, invalida con cui aveva una relazione, colpendola alla testa con un ferro da stiro, fino a fracassarle il cranio.

LA FUGA A PONTELONGO. Il presunto assassino, tossicodipendente e senza lavoro, dopo il delitto, aveva fatto ritorno nella sua provincia di origine, passando per il "Bar Milù", in pieno centro a Pontelongo, quindi era stato fermato dai carabinieri della compagnia di Piove di Sacco mentre si trovava a bordo della macchina della donna, in possesso dei suoi bancomat e di 1.500 euro in contanti, sottratti in casa della vittima.


L'ACCUSA. Il 5 ottobre 2010, stando al capo di imputazione, formulato dal pm di Milano Nicola Balice, l'uomo colpì la donna "ripetutamente" con un "coltello a lama lunga" procurandole diverse ferite al torace e poi l'aggredì con un "ferro da stiro a carbonella". L'autopsia riscontrò "sei fratture craniche" e "ventisei ferite lacero-contuse su tutta la volta cranica".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento