menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I funerali di Martin Fior, la comunità stretta nel ricordo della piccola vittima della strada

Una cerimonia struggente, con centinaia di concittadini a manifestare la propria vicinanza alla famiglia del bimbo morto nell'incidente al rientro da scuola

Una chiesa e un piazzale stracolmi, i fiori, i bigliettini, adulti e bambini riuniti e un silenzio impressionante per l'ultimo saluto al piccolo Martin Fior, una vita stroncata a soli otto anni da una tragedia inspiegabile.

Quel giorno drammatico

I funerali del bambino morto il 20 settembre, falciato dallo scuolabus carico di compagni di scuola mentre rientrava in bicicletta scortato dalla mamma, si sono svolti giovedì pomeriggio. Nessuno si dà pace per quella morte, assurda e drammatica. Una tragica fatalità, è stato appurato: dopo l'uscita da scuola Martin pedalava sulla sua biciclettina nuova lungo la ciclabile di via Pasinato, la madre di origine vietnamita pochi passi avanti a lui. Quel giorno, su quella strada, è passato anche lo scuolabus guidato da un autista del posto. Un itinerario insolito, dovuto a un cantiere sulla via abitualmente percorsa dal bus. In una frazione di secondo Martin perde l'equilibrio, cade a terra e il mezzo gli passa sopra. Le urla agghiaccianti della madre scuotono l'aria. Lo scuolabus carico di ragazzini si ferma, l'autista è sotto shock. Caduta autonoma, confermano i testimoni, ma il dramma non per questo è ridotto.

Tutta la comunità unita per Martin

A una settimana dalla tragedia la mamma di Martin è stata dimessa dall'ospedale, dove era stata ricoverata straziata dalla tragica perdita. Insieme al marito Denis e al figlioletto di 5 anni arrivano sul sagrato insieme al carro funebre con la piccola bara. Il silenzio morde l'aria, mentre don Livio inizia le celebrazioni. Ci sono in sindaco con il tricolore, che ha imposto il lutto cittadino, le rappresentanze dei carabinieri e della polizia locale, intervenuti sulla scena dell'incidente, gli amichetti, i compagni di scuola e di karate con le famiglie. Tantissimi i bigliettini e i disegni che i bimbi hanno dedicato alla piccola vittima, tantissimi i palloncini bianchi lasciati volare in cielo al termine della cerimonia. Prima dell'ultimo viaggio per la cremazione, sul sagrato tutta la comunità si è stretta attorno alla famiglia per le condoglianze. Nuovo malore per Oahn, giovane mamma che ancora una volta ha dovuto sopportare il peggiore dei dolori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento