rotate-mobile
Giovedì, 6 Ottobre 2022

A fuoco le bollette, la protesta dei Fridays For Future: «Brucia il pianeta e c'è chi specula»

Erano circa cinquecento al ritrovo in piazzale stazione per diventare più di duemila una volta che il corteo si è messo in marcia

Erano circa cinquecento al ritrovo in piazzale stazione per diventare più di duemila una volta che il corteo si è messo in marcia. Tantissimi studenti ma anche collettivi, associazioni, sindacati e tanta gente comune. Il movimento Friday for Future torna a sottoporre alla città che attraversa i temi caldi, caldissimi, di questi ultimi mesi. E chiedono sia posto rimedio a una situazione che ormai nessuno può negare, essere davvero critica. 

«Eccoli, neppure cominciata la scuola e già in sciopero», commenta un signore di mezza età osservando partire il corteo in viale Codalunga. «Gli abbiamo fregato il futuro, hanno ragione eccome a protestare», replica una donna che come lui osserva questa moltitudine colorata. Il corteo una volta arrivato dalla stazione all'Hotel Milano percorrendo la circonvallazione interna, ha attraversato corso Milano per poi dirigersi verso le piazze. Sulle scale della Gran Guardia alcuni manifestanti hanno messo in atto una simbolica protesta, bruciando le bollette dell'elettricità. In tanti hanno applaudito il gesto tra coloro che il corteo lo osservavano. Il corteo poi si è spostato in Piazza Duomo, ha percorso via Barbarigo per poi girare in Via XX Settembre e poi dirigersi in Prato della Valle dove si è conclusa la manifestazione con una assemblea pubblica. 

Per quanto riguarda i temi più legati al nostro territorio, tanti manifesti e striscioni contro la nuova linea dell'inceneritore e a difesa del referendum dell'acqua che nessuno ha però mai applicato. 

Video popolari

A fuoco le bollette, la protesta dei Fridays For Future: «Brucia il pianeta e c'è chi specula»

PadovaOggi è in caricamento