menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Viaggia a bordo un veicolo sovraccarico, su di lui pende un mandato di cattura: arrestato

La polizia stradale di Padova ha sanzionato l'autotrasportatore romeno con oltre 600 euro di multa scoprendo che era un latitante dopo una condanna per possesso improprio di armi

Sorpreso alla guida di un veicolo sovraccaricato, gli agenti scoprono che ha anche un mandato di cattura internazionale. La polizia stradale continua i controlli dei veicoli e dei loro occupanti lungo le arterie principali con particolare attenzione ai mezzi che viaggiano in con un peso non ideono. Una pattuglia autostradale di Padova durante la normale attività all’interno dell’area di servizio “Limenella Est” lungo l’A4, alle ore 11.30 di martedì, ha proceduto alla verifica di un autocarro con targa straniera.

ll controllo

Gli operatori notato l’evidente sovraccarico dell’autocarro, in particolare dell’asse posteriore del mezzo, tanto da poter notare un palese sbalzo tra parte anteriore e parte posteriore del veicolo, hanno deciso di ispezionare il mezzo e anche gli occupanti. Alla guida del Ford Transit c'era un cittadino romeno, T.S.D. di anni 40 e come passeggere la mamma e la moglie dello stesso, che erano diretti nel proprio paese d'origine e stavano trasportando effetti personali e masserizie varie. Presi i documenti sono stati accompagnati per l’accertamento del peso del veicolo in una pesa privata di una ditta nelle vicinanze del casello autostradale dove è stato riscontrato un peso complessivo di kg. 5440 contro i kg. 3500 consentiti.

Le contestazioni

Al conducente e al proprietario del mezzo sono stati contestati il "trasporto di cose sui veicoli a motore" e “condizioni e limitazioni di circolazione sulle autostrade” per un importo di totale di euro 632,80, da pagare subito in quanto stranieri, e la decurtazione di punti 6 nella patente. Inoltre, a seguito degli accertamenti effettuati nelle banche dati, è emerso a carico del conducente T.S.D. un ordine di cattura emesso dal Tribunale di Tivoli, da eseguire nell’immediatezza del controllo, per il reato di “possesso improprio di armi”. Quindi, gli operatori, accompagnavano l'uomo negli uffici della Sezione Polizia Stradale di Padova per gli accertamenti più accurati i quali confermavano l’ordine di cattura per il romeno. Lo stesso veniva trasferito in Questura per il fotosegnalamento e successivamente tradotto in carcere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento