menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La refurtiva recuperata dai carabinieri di Camponogara nell'abitazione dei due sinti a Piove di Sacco

La refurtiva recuperata dai carabinieri di Camponogara nell'abitazione dei due sinti a Piove di Sacco

Piove di Sacco, arrestata coppia di 20enni sinti "topi d'auto" specialisti

Il ragazzo ha tentato di evitare l'arresto nascondendosi sul cornicione del terrazzo. I furti in zona industriale a Padova, nei parcheggi di scuole, cimiteri e centri commerciali. L'invito ai derubati di chiamare i carabinieri per recuperare la refurtiva

Le zone in cui preferivano colpire erano i parcheggi all’esterno delle scuole, dei cimiteri, dei centri commerciali  o in luoghi di grossa affluenza di persone. Il loro raggio d'azione spaziava dall’area della Riviera del Brenta e del Miranese alle zone industriali di Padova e Vicenza, nonchè a Comacchio e Ravenna. Protagonisti una coppia di giovani sinti residenti a Piove di Sacco, arrestati dai carabinieri di Camponogara a seguito di un'indagine scaturita per una serie di furti su auto commessi di recente nella Riviera del Brenta.

GLI ARRESTATI. I due "topi d'auto" specialisti, il 24enne Omar S. e la 26enne Marianna H., già noti alle forze dell'ordine per numerosi precedenti per reati contro il patrimonio, sono stati arrestati in flagranza dai militari dell'arma durante l'ultimo dei loro colpi messi a segno sabato pomeriggio scorso su delle auto in sosta in località Marina di Ravenna e Marina Romea nel Ravennate dalle quali avevano asportato le borse lasciate all’interno, con dentro denaro contante.

S. omar-2h. marianna-2IL TENTATIVO DI FUGA. Questo, come i precedenti colpi, sono stati messi a segno a bordo dell'auto di proprietà della giovane, una Volkswagen Golf. I carabinieri della stazione di Camponogara, dopo aver seguito la coppia di sinti fino alla loro abitazione nel Padovano, hanno circondato l'abitazione, evitando la fuga del ragazzo che si era nascosto all’esterno di casa sul cornicione del terrazzo antistante.

LA REFURTIVA. Nel corso della perquisizione della loro residenza sono stati rinvenuti e sequestrati circa 3mila euro, numerose borse e anelli, bracciali e collane d’oro, orologi vari anche marca Rolex ritenuti provento di precedenti furti, una lavatrice acquistata utilizzando una carta di credito oggetto di un precedente furto su autovettura perpetrato a Camponogara. L'invito alle persone che hanno subito furti è di contattare i carabinieri della stazione di Camponogara al numero 041.462121 per gli eventuali riconoscimenti.

IN CARCERE. Il 24enne, oltre che per il reato di furto aggravato in concorso è stato arrestato anche per il reato di violazione degli obblighi imposti dalla misura della sorveglianza speciale con obbligo di dimora emessa dal tribunale di Padova ed alla quale era sottoposto dal 18 ottobre scorso. Quest'ultimo è stato recluso nel carcere Due Palazzi di Padova mentre la 26enne nella casa circondariale di Rovigo, entrambi a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento